Al Parco di Colfiorito e agli Orti Orfini. Domande entro il 15 giugno

colfioritoFoligno, 8 giugno 2020 – L’emergenza sanitaria che ha colpito il nostro Paese e anche la comunità folignate ha comportato la sospensione dei servizi educativi per la prima infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado, impedendo ai bambini e ai ragazzi la possibilità di vivere, fuori da contesto strettamente familiare, esperienze di socializzazione e gioco. Tenendo conto delle indicazioni contenute nell’ordinanza regionale del 5 giugno e delle linee guida per la gestione in sicurezza di opportunità organizzate di socialità e gioco per bambini ed adolescenti nella “Fase 2” dell’emergenza Covid-19, l’assessore Paola De Bonis, in accordo con il sindaco e la giunta comunale, ha lavorato per permettere la pubblicazione di un avviso pubblico per l’affidamento della gestione temporanea degli spazi del Parco di Colfiorito (con riguardo specifico all’area delle Pratarelle con annessa palestra) e del Parco degli Orti Orfini, con l’obiettivo di garantire il diritto alla socialità e al gioco per i bambini e i ragazzi del Comune di Foligno.

All’avviso potranno partecipare i soggetti dotati di esperienza nel campo educativo per favorire l’organizzazione di attività ludico-ricreative rivolte a bambini e ragazzi dai 3 ai 14 anni. L’avviso pubblico, la documentazione e le indicazioni necessarie sono disponibili sulla home page del sito istituzionale del Comune di Foligno. E’ comunque possibile richiedere informazioni ulteriori alla email: istruzione@comune.foligno.pg.it. Per consentire la celere attivazione dei centri estivi all’interno dei parchi messi a disposizione dal Comune, i soggetti interessati dovranno far pervenire la propria candidatura entro le 9 del 15 giugno.

“Dopo il difficile periodo conseguente all’emergenza Covid-19 – sottolinea l’assessore De Bonis – il Comune di Foligno si è attivato per dare avvio ai centri estivi con la massima tempestività, grazie alla disponibilità degli spazi resa possibile dall’assessore Marco Cesaro e grazie anche all’impegno quotidiano dei servizi scolastici comunali”. (158)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini