MERCOLEDÌ 10 GIUGNO LA PRESENTAZIONE IN VIDEO CONFERENZA DEL PROGETTO PILOTA CHE VEDE PARTNER ALCUNE AZIENDE DI SETTORE E L’UNIVERSITÀ DI PERUGIA (MEDICINA VETERINARIA)

1PERUGIA, 08. giugno 2020 – È diventato ormai insostenibile, da più punti di vista, il problema dei danni che la fauna selvatica arreca alle coltivazioni e alle aziende agricole, in molte aree produttive della regione. A cui si aggiungono un controllo non adeguato dei contenimenti, il rischio di incidenti stradali e un consumo delle carni di ungulati selvatici cacciati non trasparente e sicuro. Per contribuire a ovviare a queste criticità nasce, anche in Umbria il progetto di filiera corta delle carni di selvaggina EcoSelvoFiliera, che si propone di valorizzare le carni di fauna selvatica -cervo, capriolo, daino e cinghiale- quale strumento per una gestione sostenibile, dal punto di vista ambientale ed economico, dell’eccessiva presenza nelle campagne della regione di ungulati selvatici.

Il progetto, ideato e promosso da Alessandro Monacelli, Presidente dellEPS Umbria Ente Produttori Selvaggina, realizzato nell’ambito del PSR 2014/2020 mis. 16 2.2. con un partenariato che vede insieme alcune aziende di settore, quali la Società Agricola Serra BrunamontiSrl di Gubbio, Fazi Carni e Salumi di Fazi Mauro di Gualdo Tadino, la Ditta Boschiva Fioriti e l’Università degli Studi di Perugia, Dipartimento di Medicina Veterinaria, sarà presentato mercoledì 10 giugno alle 17,30 nel corso di un webinar, organizzato in collaborazione con la Federazione degli Ordini dei Dott. Agronomi e dei Dott. Forestali dellUmbria. Vi parteciperanno l’ideatore e coordinatore del progetto Alessandro Monacelli, i professori Francesca Vercillo, docente di Gestione faunistica all’ateneo perugino, e David Ranucci, docente di Ispezione degli alimenti di origine animale nel medesimo ateneo, e Fausto Cambiotti, medico veterinario dirigente della Asl Umbria 1. Interverrà anche l’Assessore alle politiche agricole e agroalimentari e alla tutela e valorizzazione ambientale dellUmbria, Roberto Morroni, particolarmente sensibile al tema.

 Per partecipare alla videoconferenza è necessario registrarsi al link seguente:

https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSfDhYFZrcLj0cn1_tRc6m2rTND0KSJZ
wagNqkgkLiD0ZJZDVA/viewform?vc=0&c=0&w=1

La partecipazione è gratuita e dà la possibilità agli appartenenti all’Ordine dei dottori agronomi e forestali dell’Umbria di ottenere 0,25 crediti formativi.

  (189)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini