Orti urbani, parchi e terrazze private: le proposte del Laboratorio del Cittadino per far ripartire laboratori e progetti culturali. “Vogliamo donare emozioni a chi ha più sofferto”

1Castiglione del Lago, 10 giugno 2020 – Castiglione del Lago che si prestano per attività didattiche e creative e l’Associazione Laboratorio del Cittadino ne è consapevole. Per questo si è già attivata aprendo un dialogo con altre associazioni del territorio per far sì che dal prossimo 15 giugno, nel rispetto delle regole di protezione sanitaria, si avvii una nuova stagione di laboratori e incontri educativi e culturali rivolti a bambini, famiglie, adulti, anziani. “Il difficile periodo che il mondo ha attraversato in questi mesi a causa della pandemia da Covid-19 – riferisce la presidente Mariella Morbidelli – ha bruscamente interrotto le tante iniziative in programma di molte nostre associazioni. Ma per fortuna la natura non si ferma e neanche noi intendiamo farlo. Si è così deciso – prosegue – di offrire a tutti qualche piccola consolazione, con iniziative per tutte le fasce d’età”.

Per Morbidelli riaprire giardini e parchi dopo il 15 giugno è una possibilità che va colta subito, senza ulteriori perdite di tempo. Per questo già da giorni il Laboratorio del cittadino, associazione di promozione sociale, didattica dell’ambiente e della sostenibilità di Castiglione del Lago, sta interagendo con molte altre associazioni locali per mettere in campo proposte nuove per la comunità, con un occhio di riguardo a quelle fasce che il lockdown ha maggiormente colpito, come bambini e anziani. “Dopo la lunga fase in cui si è ricorsi a format digitali – dichiara Morbidelli – è stato chiaro l’impegno che tutti metteranno in campo per il prossimo periodo con la consapevolezza dell’importanza della natura e della cultura per donare emozioni a chi ha più sofferto in questo periodo”. Si è partiti chiedendo a proprietari di ristoranti con terrazze vista lago di offrire la possibilità a piccoli gruppi di soci dell’Unitre e di Italia Nostra, dalle 9 alle 10,30 di mattina, di continuare con l’artista Andrea Baffoni il laboratorio d’arte e natura. Il primo incontro avverrà il 18 giugno presso il Cafè Latino.

Nel giardino Hortus Trasimeni di Via del Forte, invece, saranno svolte attività per bambini diversamente abili con esperti che guideranno i partecipanti nella realizzazione di un Mandala con la raccolta di erbe del giardino per respirare i soavi profumi emanati dalle tante erbe aromatiche.

“Nell’area parco di Castiglione del Lago – prosegue ancora Morbidelli – genitori o nonni potranno portare i propri bambini per incontrare di nuovo i loro amici e perchè no, i loro insegnanti, a piccoli gruppi distanziati e con l’uso di mascherine, per un saluto finale dell’anno trascorso. In questo modo sarà possibile far comprendere l’importanza di un parco che coniuga la difesa della biodiversità, la protezione delle specie animali e vegetali e la salvaguardia degli ambienti. Con un sistema-parco si è in grado di dare respiro alle persone che questi territori li vivono o li vogliono visitare”.

Infine il Laboratorio del cittadino, in collaborazione con altre associazioni già impegnate nel settore socio-sanitario (Associazione Avo), intende premiare il personale infermieristico dell’ospedale di Castiglione del Lago offrendo loro dei piccoli vasi in ceramica di erbe aromatiche coltivate nell’Hortus Trasimeni, mentre a beneficio di tutti, nei pressi dello stesso nosocomio, verrà realizzata un’aiuola profumata, piccolo angolo di piacevole evasione. Gli oggetti in ceramica verranno decorati dall’artista Alida Mezzetti dell’Associazione “Arte e sostegno”. (137)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini