Il consiglio comunale chiede alla presidente della Giunta Regionale, Donatella Tesei, di provvedere ad attivare tutti gli interventi necessari al superamento dello stato di crisi e di emergenza

1Avigliano Umbro, 16 giugno 2020 – In relazione ai danni causati alle attività produttive ed al patrimonio pubblico dal nubifragio abbattutosi sul proprio territorio il giorno 08 giugno 2020, su proposta dei gruppi di maggioranza,  il consiglio comunale ha approvato all’unanimità il seguente ordine del giorno: “Ascoltate le comunicazione del sindaco, sentito il dibattito che si è sviluppato in seno al consiglio comunale; Premesso che il nubifragio che si è abbattuto sul territorio del comune di Avigliano Umbro e del comune di Montecastrilli nonché in alcune zone di altri comuni limitrofi , nella serata di lunedì 8 giugno 2020 , non ha precedenti a memoria di uomo. Che i danni al momento non calcolabili sono tanti , danni subiti da tutte le attività economiche presenti nella zona , commercianti , artigiani , agricoltori   , esercizi commerciali e da semplici cittadini sulle proprie abitazioni. I danni sono stati ingenti anche alle infrastrutture stradali, provinciali e comunali , si è registrato il crollo di un muro realizzato negli anni 50 nella parte sud del centro storico di Avigliano Umbro e ad un altro muro in un’altra zona del capoluogo, Pian dell’Ara , muri , questi , che hanno ceduto per le infiltrazioni di una pioggia mai vista. Strade comunali asfaltate e no semidistrutte dove necessitano ingenti interventi di ripristino. Considerata la straordinarietà degli eventi e dove non è accettabile che gli operatori economici ed i cittadini singoli subiscano danni da un nubifragio delle proporzioni descritte, senza un ristoro e senza un riconoscimento anche alla luce di quanto accaduto precedentemente con il blocco causato di tre mesi dal Covid 19.

Considerato che questa situazione rischia di impoverire le nostre comunità con conseguenze di carattere economico e sociale e rendere ancora più accentuato quel fenomeno di abbandono di questi territori ormai in atto da oltre un decennio: chiede , a norma delle leggi vigenti, alla Regione dell’Umbria “La dichiarazione dello stato di crisi e di emergenza nel territorio regionale “ nello specifico nel comune di Avigliano Umbro determinandone durata ed estensione territoriale tenuto conto che anche altri comuni viciniori sono stati interessati dall’evento. Il consiglio comunale chiede alla presidente della Giunta Donatella Tesei di provvedere ad attivare tutti gli interventi necessari al superamento dello stato di crisi e di emergenza. Il consiglio comunale chiede altresì che nelle aree, in cui verrà dichiarato lo stato di crisi e di emergenza, la Giunta regionale individui e stanzi appositi fondi per il ripristino delle infrastrutture pubbliche danneggiate e per la concessione di contributi a favore di cittadini o imprese che hanno subito danni. Si chiede che il presente O.d.g. Venga subito inviato alla presidente Giunta Regionale ed ai sindaci dei comuni interessati dal nubifragio.”

  (148)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini