LA POLIZIA DI STATO IDENTIFICA E DEFERISCE ALL’A.G. IL CONDUCENTE 61ENNE

DSC_0036Assisi, 21 giugno 2020 – Nei giorni scorsi si presentava presso gli Uffici del Commissariato di P.S. di Assisi un 36enne, assisano, per sporgere denuncia contro un conducente di un trattore stradale che, in ben due occasioni, cercava di ostacolare la marcia dell’autovettura da lui condotta attraverso delle manovre improvvise, costringendolo a decelerare bruscamente per evitare il peggio.
Grazie alla targa identificativa del mezzo annotata dalla vittima venivano avviati immediatamente gli accertamenti per risalire al conducente responsabile.
Gli esiti dell’attività d’indagine conducevano ad una società e, attraverso successivi approfondimenti si riusciva ad ottenere il nominativo di colui che risultava essere il conducente del mezzo aziendale nei giorni degli eventi delittuosi indicati dalla vittima.

Un uomo di 61 anni di origini piemontesi già denunciato in passato in quanto responsabile, delle medesime condotte, nei confronti della vittima.
Anni prima infatti, a causa di vecchie acredini, l’uomo al volante della propria auto, dopo aver seguito la stessa vittima, la tallonava da vicino, incurante di ogni norma comportamentale sulla distanza di sicurezza prevista dalle normative contenute nel Codice della Strada, suonando insistentemente il clacson, per poi affiancarlo stringendo pericolosamente lo spazio fra i due mezzi sulla carreggiata per poi superarlo lo stringeva costringendolo ad arrestare la propria marcia con una frenata improvvisa.
Il 61enne compiutamente identificato veniva così deferito all’A.G. per il reato di violenza privata. (104)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini