Un’onorificenza da dividere con ben 22.700 donatori. Sabato si è svolta la cerimonia presso la Sala dei Notari la cerimonia ufficiale di iscrizione

1PERUGIA, 22 giugno 2020 – Dopo ben cinquantaquattro anni di storia, all’Associazione Volontari di Sangue Perugina viene conferita la più alta onorificenza della nostra città, l’iscrizione all’ALBO D’ORO del Comune di Perugia. Ogni anno, in occasione della celebrazione del 20 Giugno, vengono iscritti all’Albo d’Oro cittadini, associazioni ed enti che abbiano dato particolare lustro alla città. Nella seduta del Consiglio Comunale di lunedì 15 giugno 2020, all’unanimità, AVIS Perugia, insieme ad altre importanti istituzioni della nostra città, è stata indicata per essere iscritta nel prestigioso Albo cittadino.
«A nome mio personale e del Consiglio Direttivo – fa sapere il Presidente Avis Perugia Fabrizio Rasimelli -, desidero ringraziare ognuno dei 22.700 donatori che in questi anni hanno fatto la storia della nostra associazione. Dal 1966, anno di nascita di AVIS Perugia, hanno garantito alla collettività oltre 185.000 donazioni, con lo spirito, che rimane quello di allora. Tutto questo ha permesso di garantire cure e vita alle tante persone che hanno usufruito del gesto di ogni donatore, siano esse donazioni di sangue, plasma o piastrine».

2Sabato si è svolta la cerimonia ufficiale di iscrizione all’Albo d’oro, presso la Sala dei Notari del Comune di Perugia, alla quale ha preso parte in qualità di rappresentante proprio il Presidente Rasimelli. A causa delle restrizioni imposte dalla recente pandemia i posti all’interno della sala erano contingentati, ma al termine della cerimonia alcuni dei donatori e volontari si sono fatti trovare davanti alla Fontana Maggiore per scattare una foto ricordo insieme al Presidente, con mascherina e distanziati.
«Per ognuno di noi questo è motivo di orgoglio e aumenta il senso di appartenenza ad AVIS – sottolinea Rasimelli -, ma sarà anche un ulteriore carico di responsabilità per continuare ad essere portatori di vita e a donare con regolarità, in maniera associativa e organizzata. Così facendo, continueremo a garantire salute e vita oggi e per le generazioni future. Permettetemi, infine, un pensiero e un ricordo per chi mi ha preceduto nella guida prestigiosa di AVIS Perugia in questi cinquantaquattro anni: Alessandra Perfetti (1966 – 1971); Giuseppe Donati (1972-1977);

3Adriano Mascetti ( 978-1992); Alfredo Mommi (1993-1995); Giancarlo Perfetti (1996-1997); Raffaele Paraventi (1997-1998); Giancarlo Giovagnoni (1999- 2001); Gustavo Sciamanna (2002- 2004); Vania Battistoni (2005-2012). Un grazie va anche ai tanti Consiglieri Volontari che in questi anni hanno offerto il loro tempo, le loro energie e i loro progetti a favore della collettività, con umiltà, dedizione e spirito di solidarietà. Un enorme grazie – conclude il Presidente – lo rivolgo al mio Consiglio e a tutti i nostri Volontari e dipendenti che, con capacità e pazienza, hanno lavorato in questi mesi difficili senza tregua, correndo, a volte, anche rischi personali, per garantire che le donazioni non si fermassero, che fossero sempre fatte in sicurezza e rispettando le norme in vigore. Questo riconoscimento è di tutti i donatori che, giorno dopo giorno, garantiscono alla collettività un diritto sacrosanto che è quello della salute e della vita». (91)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini