La commissione giudicatrice nominata da Auri ha scelto tra sei operatori economici concorrenti. Al raggruppamento Rti. Progetto che “getta le basi per la futura programmazione dei servizi ambientali in tutta l’Umbria”

1Perugia, 24 giugno 2020 –  – La commissione giudicatrice nominata dall’Autorità umbra rifiuti e idrico (Auri) ha assegnato al raggruppamento Rti il servizio tecnico professionale di redazione del Piano di ambito regionale dell’Umbria. Martedì 23 giugno, infatti, la commissione ha provveduto all’apertura delle offerte economiche presentate dai vari concorrenti e ha proceduto all’affidamento provvisorio del servizio, in attesa di espletare tutte le procedure amministrative di controllo previste dalla normativa. Il raggruppamento che si è aggiudicato la gara di affidamento è composto da Labelab Srl, che ha sede a Ravenna, in qualità di mandataria, e Paragon Business Advisory di Zola Pedrosa (Bologna), avvocato Lidia Flocco del Foro di Roma e Sgi Ingegneria (Ferrara) in qualità di mandanti.
“Questo progetto – ha spiegato Auri – rappresenta il passaggio più importante per concludere il faticoso processo di coordinamento regionale inerente la politica di gestione del ciclo dei rifiuti e getterà le basi per la futura programmazione dei servizi ambientali in tutta l’Umbria”.
“Sei gli operatori economici che hanno partecipato alla procedura – ha specificato Auri –, tutti molto qualificati nel settore dei rifiuti. Una volta esperite le formalità amministrative di verifica e controllo nei confronti del raggruppamento risultato vincitore verrà immediatamente avviato il percorso del progetto che porterà in tempi celeri all’approvazione di un piano d’ambito regionale”.
“Il capitolato di affidamento del servizio – ha infine aggiunto Auri – prevede che in caso di modifica del Piano regionale dei rifiuti nel corso dell’affidamento, il suddetto Piano d’ambito dovrà essere adeguato agli eventuali mutamenti di scenario”. (160)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini