LO SVILUPPO DI CITTÀ DELLA PIEVE PASSA ANCHE DA QUESTO

1Città della Pieve , 1 luglio 2020 – A seguito della conferma, a partire dal 14 giugno 2020, del ripristino della fermata dell’Alta Velocità a Chiusi, l’Unione Comunale del Partito Democratico di Città della Pieve e il Gruppo Consiliare Città della Pieve in Comune condividono le prese di posizione dei Consiglieri Regionali Simona Meloni e Andrea Fora circa la richiesta di attivare quanto prima un servizio di navetta, anche sperimentale, che colleghi Perugia alla fermata dell’Alta velocità di Chiusi.
È questa la prima risposta necessaria per migliorare gli spostamenti nella zona occidentale dell’Umbria e agevolare l’accesso alle principali arterie infrastrutturali che collegano il nord e il sud d’Italia, su cui si sono impegnate, in primis, l’Amministrazione Comunale della confinante Città di Chiusi, molte Associazioni ed altre Amministrazioni locali, tra cui anche Città della Pieve al tempo governata dal Centro Sinistra.
Un intervento incisivo nella viabilità, è il primo strumento per creare condizioni favorevoli di sviluppo, a cui si deve affiancare l’adeguamento delle Reti Informatiche e Telematiche e la possibilità di accesso ad esse superando l’attuale arretratezza oggi chiamata “Digital Divide”.

2Ribadiamo quindi di condividere pienamente le proposte dei Consiglieri Regionali, circa la prioritaria necessità di tornare a credere e scommettere su una prospettiva di area vasta, come volano di sviluppo economico non solo per i Comuni del Trasimeno e dell’Alto Orvietano, ma anche per la Valdichiana solcata da un confine regionale che non può essere causa di divisione.
Nella nuova era post pandemica, Città della Pieve e il Trasimeno devono giocare un ruolo importante e rinnovato nel rilancio economico e sociale, offrendo nuove e concrete possibilità ai tanti giovani alle tante donne dei nostri territori.
È necessario che la Regione Umbria, oltre ad accogliere la proposta dei consiglieri Meloni e Fora, investa sulle infrastrutture viarie, potenziando ulteriormente i lavori di manutenzione e messa in sicurezza quali, tra gli altri, quelli lungo la Pievaiola e la realizzazione di una bretella veloce che colleghi la Valnestore con Chiusi, intervento necessario per rilanciare il nostro territorio già proposto dalle precedenti Amministrazioni pievesi di centro-sinistra. (119)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini