IN TEMPO DI COVID E NON SOLO: IL 2 GIUGNO CON L'ASSOCIAZIONE NAZIONALE FAMIGLIE NUMEROSE

Covid19_SeminariNazionaliResilienza_2luglio_Perugia_Programma (1)_page-0001Perugia, 1 luglio 2020 – Il periodo del Coronavirus resterà di certo nei libri di storia per la sua tragicità, per il numero di persone decedute e per i disastri economici comportati dallo stravolgimento delle regole sociali che ha comportato. Ma l’umanità va avanti e chi può testimoniare in modo efficace come è stato affrontato e superato il difficile momento del lockdown, se non le famiglie?
“La resilienza delle famiglie italiane durante l’emergenza del Covid-19” è infatti il titolo di una serie di incontri, rigorosamente on line, promossi dall’Associazione Nazionale Famiglie Numerose e dalla Provincia Autonoma di Trento in collaborazione con la rete dei Comuni Amici della Famiglia, fra i quali rientra anche il capoluogo perugino.
Si tratta di un viaggio virtuale tra i Comuni italiani amici della famiglia con 12 seminari, della durata di un’ora ciascuno, in cui vengono presentate la metodologia di lavoro, le misure del Piano famiglia del Comune ospitante (comprese anche quelle legate all’emergenza epidemiologica Covid19) e la testimonianza delle famiglie e delle associazioni familiari assieme a delle pillole di competenza espresse da voci autorevoli ed esperte.

Perugia sarà toccata da questo viaggio il prossimo 2 Luglio, quando sarà possibile collegarsi alle ore 11 con la pagina Facebook Family in Italia e con l’omonimo canale Youtube per una diretta dalla città perugina a cui prenderanno parte varie persone: il sindaco di Perugia, Andrea Romizi, S.Em. il Card. Gualtiero Bassetti, Vescovo di Perugia e Presidente della Conferenza Episcopale Italiana; Edi Cicchi, Assessore comunale alle politiche familiari che presenterà con la Dirigente Area servizi alla persona Roberta Migliarini il Piano del Comune durante l’emergenza Covid19; lo psicologo Filippo Mazzi, presidente del Centro Co.Me.Te; l’imprenditore Andrea Cruciani di TeamDev Srl e Agricolus Srl. Infine la testimonianza di due famiglie numerose perugine su come si è vissuta l’esperienza della pandemia in casa. Ci sarà anche uno spazio per domande e lettura dei messaggi Facebook.

“Specialmente in un tempo come quello che abbiamo vissuto e stiamo vivendo – commenta Vincenzo Aquino, coordinatore regionale ANFN con la moglie Sarah – è importante sottolineare come il progetto dei Comuni Family Friendly è veramente efficace, perché mette a sistema i molteplici attori della società che ruotano attorno al sistema famiglia. E’ proprio la famiglia in questo momento storico, tra la mancanza del lavoro e l’emergenza educativa dei figli, ad aver bisogno di un’attenzione speciale per rimettere in moto la società”.

Va detto anche che l’Associazione famiglie Numerose in Umbria si sta strutturando con dei referenti in altre città della regione, perché altri comuni stanno iniziando il percorso per ricevere la certificazione di comuni virtuosi in termini di politiche familiari. Orvieto, Foligno, Spoleto, Città di Castello, Castiglione del Lago e Marsciano hanno ora le loro delegazioni che fanno da riferimento per portare avanti il progetto Comuni Family Friendly. (107)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini