La a famosa “chiocciola” è l'ambito Presidio Slow Food e questo riconoscimenti è l’ulteriore conferma che la strada intrapresa anni fa dai titolari Enrico e Geltrude è quella giusta

1Assisi, 2 luglio 2020 – Le soddisfazioni non mancano a Birra dell’Eremo, da sempre inserito nella “Guida alle Birre d’Italia” che ottiene in questo 2021 la famosa “chiocciola”, ambito Presidio Slow Food. Giunta alla settima edizione, la Guida si conferma infatti come uno dei migliori testi del settore birrario nazionale: come lei nessuno sa raccontare, in modo preciso ed approfondito, il mondo della birra artigianale italiana.
In una nuova veste grafica e con nuovi premi, quest’anno è stata pubblicata un’edizione imperdibile per appassionati e neofiti alla ricerca della giusta birra da gustare. Un gruppo composto da oltre 100 esperti, ha selezionato 387 birrifici italiani e le loro produzioni, e proprio Birra dell’Eremo è l’unica e la prima in Umbria ad aver ottenuto la “chiocciola” che indica i birrifici eccellenti e slow riconosciuti per qualità e costanza produttiva, oltre che per il ruolo di riferimento nel settore nazionale e per l’attenzione al territorio e all’ambiente.

2Oltre a questo prestigioso traguardo, il birrificio umbro ha anche ottenuto l’attribuzione di tre riconoscimenti di rilievo per Selva Sour: “Birra Slow” e per le nuove creazioni in lattina, Aria e Zoe: “Birra Imperdibile”.
Per Birra dell’Eremo questa è un’importante conferma del duro lavoro svolto in questi anni; entrare a far parte di un importante progetto editoriale che da questo 2020, oltre ad aver assunto una nuova veste grafica, e ad aver istituito nuovi premi, permette di conoscere anche le piccole e preziose realtà nel panorama brassicolo italiano. Questi riconoscimenti sono l’ulteriore conferma che la strada intrapresa anni fa dai titolari Enrico e Geltrude, è quella giusta: passione, impegno costante, spiccato spirito di innovazione, sono questi gli ingredienti che stanno rendendo unico e vincente questo autentico birrificio artigianale e saranno sicuramente forieri di tanti altri importanti trionfi. (135)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini