L’associazione dei consumatori ha sedi a Perugia e Terni. Secondo le stime sono coinvolti circa 800 cittadini umbri di cui molti pensionati

1Perugia, 2 luglio 2020 – “Abbiamo raccolto alcune segnalazioni di utenti in rapporto al caso Dentix; un caso che ha oramai una rilevanza nazionale. Attraverso il legale convenzionato con Adoc, è opportuno procedere velocemente affinché possano essere chiariti e definiti i percorsi adeguati per tutelare i diritti di ciascuna persona”. È quanto rende noto l’Adoc (Associazione per la difesa e l’orientamento dei consumatori) Umbria in relazione al caso Dentix, la catena di cliniche dentali che ha chiuso le proprie sedi lasciando molti pazienti con cure a metà o con finanziamenti accesi per potersi curare. L’Adoc Umbria stima che nella vicenda siano coinvolti circa ottocento cittadini umbri, buona parte dei quali pensionati, ai quali l’associazione offre, quindi, un servizio di assistenza. All’Adoc possono infatti rivolgersi tutti i cittadini oltre agli iscritti di Uil Umbria.
Le sportelli dell’associazione sono a Terni (telefono 342.8050699), in via Pacinotti 34, aperto il venerdì dalle 10 alle 13, e a Perugia (telefono 349.5891111), in via Ruggero d’Andreotto 76, aperto il mercoledì dalle 16 alle 19. (88)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini