Un arresto e quattro denunce è il bilancio delle operazioni straordinarie di controllo del territorio disposte dal Questore con l’impiego del Reparto Prevenzione Crimine di unità cinofile antidroga. Sospesa per 20 giorni la licenza al bar

1Terni, 10 luglio 2020 -Nella serata di giovedì, all’atto di un controllo ai clienti di un bar di Borgo Rivo un giovane all’arrivo della Polizia ha cercato di dileguarsi uscendo dalla porta di sicurezza tentando di disfarsi di un involucro. Il giovane ternano del ‘ 93 è stato fermato e controllato dall’unità cinofila “Isco” che ha recuperato una dose di marjiuana gettata dal giovane in mezzo ad una aiuola nei pressi del bar. All’interno del “calcio balilla” del bar venivano rinvenuti altri due involucri contenenti marijuana e cocaina. Nel corso della perquisizione domiciliare a casa del ragazzo veniva scoperta una vera è propria serra adibita alla coltivazione di marjuana con piante alte due metri, germogli di marijuana, due bilancini di precisione, un coltello contenente residui di sostanza stupefacente e altra attrezzatura destinata alla coltivazione della marjiuana. Il ragazzo è stato denunciato alla Procura della Repubblica per coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. La Squadra Mobile nel corso di un servizio antidroga nel quartiere Sant’Agnese – Parco Rosselli ha denunciato un ventitrenne tunisino per spaccio di cocaina. Lo straniero si trovava in compagnia di altri due tunisini già arrestati nell’ambito dell’operazione “Gotham” e scarcerati nel mese di marzo. I due connazionali sono stati accompagnati in questura e dopo la denuncia perché inottemperanti all’Ordine del Questore sono stati nuovamente espulsi dall’Ufficio Immigrazione.

Sempre ieri la Squadra Mobile ha tratto in arresto un ternano del ‘71 su disposizione del magistrato di Sorveglianza che gli ha revocato i benefici connessi all’affidamento in prova al servizio sociale. I servizi di ieri hanno viste impiegate 10 pattuglie della Polizia di Stato con controlli ad oltre 100 persone e 51 veicoli.

Ieri, con provvedimento ai sensi dell’art. 100 del TULPS il Questore di Terni ha disposto la sospensione della licenza al bar dove ieri sera nel corso di un servizio di polizia è stata rinvenuta sostanza stupefacente nascosta all’interno di un calcio balilla. Al bar era stata già sospesa la licenza nel 2016 e nel 2017 quando nel corso di analoghi servizi era stata rinvenuta sostanza stupefacente sempre all’interno del biliardino. In altra circostanza, sempre con l’impiego di unità cinofile antidroga della Polizia di Stato, erano state trovate 7 dosi di cocaina all’interno di un peluche esposto negli scaffali del bar. Il provvedimento è stato eseguito da personale della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale unitamente alla Squadra Volante.

  (126)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini