In palio 140 premi ogni giorno, 3.650 in totale, nei 14 centri coinvolti tra cui gli umbri Quasar Village, Cospea e Castello, e il reatino Perseo. L'iniziativa è dei centri commerciali Ethos. È il primo concorso gestito direttamente da un’app che premia presenza e fedeltà del cliente

1Corciano,13 luglio 2020– Centoquaranta buoni in palio ogni giorno per un totale di 3.650 premi per tutta la durata del concorso, fino al 31 luglio. Entra nel vivo ‘Vieni al centro’, il progetto di fidelity app che premia i clienti dei 14 centri commerciali gestiti da Ethos, tra cui gli umbri Quasar Village di Corciano, Cospea di Terni e Castello di Città di Castello, e il reatino Perseo. Si tratta del primo concorso gestito direttamente in app: per partecipare basterà entrare in uno dei centri commerciali, scaricare l’applicazione mobile di Ethos (sviluppata e implementata da Ideasfera – Data Driven Creative Agency), registrarsi e cliccare sul pulsante ‘Gioca’.
“L’applicazione – spiegano da Ethos – è parte di una strategia più ampia.Una strategia che ha visto lo sviluppo di 14 app personalizzate ad hoc per ogni centro commerciale, che però sono tutte unite in una visione di sviluppo comune. Nei prossimi mesi, infatti, grazie a diversi upgrade, continuerà a essere lo strumento privilegiato per premiare la presenza nei centri commerciali, le raccolte punti spesa e la partecipazione a giochi e concorsi, con pochi click e senza la necessità di rapportarsi direttamente con un operatore”. “Garantire la piena sicurezza di chi entra nei punti vendita – proseguono i promotori del progetto – è un obiettivo primario di Ethos e dei direttori delle Gallerie, pienamente coinvolti in questo importante processo di digitalizzazione che riguarda tutti i tenant e che apre davvero una nuova fase per le azioni di fidelity marketing.

L’applicazione, infatti, coniuga alla perfezione l’esigenza di mantenere il distanziamento personale e un’attività efficace di engagement verso il cliente. Un cliente di tutte le età, che rimane al centro di questa piattaforma customer oriented, anche perché è diventato consapevole delle incredibili opportunità fornite dalle tecnologie digitali durante il periodo dell’emergenza sanitaria e ora si muove con più familiarità e maniera attiva tra le diverse applicazioni. E grazie a loro ha compreso che può vincere, giocare e divertirsi semplicemente entrando nel suo centro commerciale”. (151)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini