1Perugia, 20 luglio 2020 – L’Arma dei Carabinieri di Perugia, al fine di fronteggiare la recrudescenza dei fenomeni criminali che ha interessato la città, su indicazione del Comandante Provinciale, Col. Giovanni Fabi, ha predisposto un massiccio dispositivo di rafforzamento dei servizi di controllo del territorio, finalizzato al contrasto delle forme di illegalità che destano maggiore allarme sociale e, in particolar modo, in materia di sostanze stupefacenti In tale ottica la Stazione Carabinieri di Castel del Piano, nella nottata di sabato, ha tratto in arresto un cittadino albanese, classe ‘78, con precedenti di polizia, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti In particolare, i militari, durante un itinerante servizio di osservazione, controllo e pedinamento, hanno monitorato gli spostamenti dell’uomo, il quale si aggirava con atteggiamento guardingo nei pressi della propria abitazione. Infatti, poco dopo, è scattato il controllo a carico del predetto, che è stato trovato in possesso di due dosi di cocaina.

Pertanto, i Carabinieri hanno esteso la perquisizione all’interno del suo domicilio, ove hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro:

  • ulteriori 21 involucri in cellophane termosaldati contenenti sostanza stupefacente del tipo cocaina, del peso complessivo di 38 grammi circa;
  • un bilancino di precisione;
  • due telefoni cellulari, con ogni probabilità utilizzati per intrattenere rapporti con la clientela e concordare gli illeciti appuntamenti;
  • somma contante di 165,00 euro, ritenuta provento di attività illecita;

Espletate le formalità di rito, l’arrestato è stato trattenuto nelle camere di sicurezza del Comando Provinciale di Perugia e, all’esito della celebrazione del rito direttissimo, il medesimo è stato condannato alla pena di 2 anni di reclusione ed euro 3.000 di multa. (107)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini