Le domande possono essere presentate entro le ore 12.00 del 3 settembre 2020

1Marsciano, 22 luglio 2020 – Il Comune di Marsciano, in qualità di Comune capofila della Zona Sociale n. 4 della Media Valle del Tevere, ha pubblicato un avviso per l’accesso ai benefici concessi per i progetti personali per la “Vita Indipendente”, finalizzati al potenziamento delle autonomia possibili delle persone con disabilità residenti nei comuni di Collazzone, Deruta, Fratta Todina, Marsciano, Massa Martana, Monte Castello di Vibio, San Venanzo, Todi. Il bando, unitamente a tutta la documentazione richiesta per la presentazione delle domande, è consultabile sul sito web istituzionale del Comune di Marsciano al seguente indirizzo https://www.comune.marsciano.pg.it/archivio2_notizie-e-comunicati_0_1858.html. Per chiarimenti, informazioni e assistenza nella compilazione della modulistica i soggetti interessati possono direttamente rivolgersi all’Assistente sociale del proprio comune di residenza o contattare i seguenti recapiti: 0758747277 – l.leandri@comune.marsciano.pg.it. La domanda va presentata al Comune di Marsciano entro le ore 12.00 del 3 settembre 2020 con una delle seguenti modalità: tramite posta elettronica certificata da inviare a comune.marsciano@postacert.umbria.it, con messaggio avente come oggetto “Avviso pubblico vita indipendente Zona sociale n. 4”; consegnata a mano all’ufficio protocollo del Comune di Marsciano o inviata tramite raccomandata con ricevuta di ritorno all’indirizzo Comune di Marsciano, Zona Sociale n. 4, Largo Garibaldi 1, 06055 Marsciano (PG). Sul retro della busta il mittente dovrà indicare il proprio cognome, nome ed indirizzo e “Avviso pubblico Vita Indipendente Zona Sociale n. 4”.

I progetti di Vita Indipendente sono tesi a promuovere la massima autonomia possibile e inclusione sociale della persona con disabilità, e quindi sono condivisi con i soggetti istituzionalmente preposti, anche al fine di organizzare servizi e prestazioni in modalità complementare rispetto a quelli già attivati in ambito socio-assistenziale, per adattarsi al meglio alle esigenze dei singoli destinatari.

Il contributo per la realizzazione del progetto di “Vita Indipendente” può essere concesso per la regolare assunzione di un assistente personale, per la locazione dell’unità immobiliare nella quale è realizzato il progetto, per i costi relativi agli ausili tecnologici all’autonomia personale. Le domande pervenute saranno sottoposte a verifica di regolarità formale e completezza della documentazione e quindi alla successiva istruttoria in base all’ordine cronologico di ricezione e alla disponibilità delle risorse finanziarie. La valutazione tecnica delle domande è effettuata da apposita equipe multidisciplinare composta dal personale dell’Ufficio di Cittadinanza e dalle Assistenti sociali di ciascun Comune competente per ogni singolo caso. (98)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini