1Perugia, 29 luglio 2020 – L’Arma dei Carabinieri di Perugia, al fine di fronteggiare la recrudescenza dei fenomeni criminali che ha interessato la città, su indicazione del Comandante Provinciale, Col. Giovanni Fabi, ha predisposto un massiccio dispositivo di rafforzamento dei servizi di controllo del territorio, finalizzato al contrasto delle forme di illegalità che destano maggiore allarme sociale e, in particolar modo, in materia di reati predatori. In tale ottica, infatti, i Carabinieri della Sezione Radiomobile del N.O.R. della Compagnia di Perugia, a esito di una serrata e incisiva attività d’indagine, hanno sottoposto, d’iniziativa, a fermo di indiziato di delitto, per il reato di rapina, un soggetto marocchino, classe 1985, senza fissa dimora, con precedenti di polizia. Infatti, le investigazioni, sviluppate nell’immediatezza, hanno permesso di raccogliere gravi e concordanti elementi di colpevolezza a carico del predetto, in ordine a una rapina perpetrata, all’alba odierna, ai danni di un sessantaseienne italiano, titolare di un esercizio commerciale del posto.

In particolare, alle ore 5.00 circa, lo straniero avrebbe avvicinato la vittima, mentre era intenta a parcheggiare la propria autovettura e, dopo averla minacciata brandendo un coltello, l’avrebbe indotta a consegnargli la somma di 15.00 (quindici/00) euro, per poi dileguarsi a piedi per le vie limitrofe. Individuato il presunto autore e avviate le ricerche del caso, i militari operanti hanno rintracciato e fermato il 35 enne, poco lontano dal luogo in cui era stata consumata la rapina. Nella circostanza, il medesimo è stato, altresì, deferito per violazione della normativa sull’immigrazione, poiché, a seguito di approfonditi accertamenti, è risultato inottemperante all’ordine di espulsione dal territorio nazionale emesso, in data 16 febbraio 2020, dalla Questura di Perugia.

Espletate le formalità di rito, il fermato è stato tradotto presso la casa circondariale di PerugiaCapanne, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. (134)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini