Degustazioni di prodotti tipici, musica e passeggiate naturalistiche nel ricco programma. Domenica 23 agosto torna la gara del miglior “Cialdone”

1Pietralunga, 21 agosto 220 – A Pietralunga un fine settimana all’insegna del buon cibo e delle tradizioni. L’associazione Valle del Carpina, con il patrocinio del Comune, sabato 22 e domenica 23 agosto propone un evento dedicato alla “Nocciola di Pietralunga, cibo autentico del borgo”. Numerosi gli appuntamenti in programma, sia per immergersi nella natura con entusiasmanti passeggiate che per assaggiare le tante prelibatezze locali. Nella due giorni è prevista anche musica, con la rassegna delle bande umbre. Inoltre, domenica 23, in piazza VII Maggio, si terrà la gara del miglior “Cialdone”, al termine della quale saranno premiate le cialde più buone, realizzate tutte con i tradizionali “ferri da cialde” dalle diverse famiglie pietralunghesi. La ricetta prevede di mescolare farina, anice, acqua e tanto, tanto, zucchero. Questa simpatica competizione fa capire come Pietralunga, e l’Umbria tutta, raccoglie in cucina l’eredità di una tradizione antica, tramandata da una comunità composta da donne che cucinavano per le tavole contadine delle grandi occasioni e che oggi preparano piatti tipici nelle sagre, negli agriturismi, nelle feste popolari e per le loro famiglie.

Partecipare alla gara è semplice e gratuito: è necessario consegnare, domenica 23 agosto, dalle 16 alle 17.30, nel palazzo Fiorucci (sala Angela Fiorucci), un sacchetto di carta accuratamente sigillato, con all’interno minimo 10 cialdoni fatti in casa. Il sacchetto, che verrà numerato, resterà di proprietà dell’organizzazione e i cialdoni di ciascun partecipante saranno degustati e valutati dalla giuria che ne decreterà il vincitore.

In concomitanza della consegna dei cialdoni, i partecipanti sono invitati a portare anche il proprio Ferro per poterlo esporre al momento della gara, dando la possibilità di riscoprire un’antica tradizione del paese.

Il ferro da cialda è formato da due piattelli tondi, intrecciati a forbice e lavorati nella faccia interna a leggero incavo, come se fossero sigilli. Sono retti da due lunghi manici da presa che permettono la cottura quasi immediata della cialda, scaldando preventivamente il ferro o a forno aperto, o sulla brace. La cialda cotta, che si stacca facilmente dai piattelli, mostra a rilievo il motivo incavato nel ferro.

In questi due giorni di ‘festa’ nei ristoranti del borgo medievale sarà possibile degustare ricette locali a base di nocciola e crema di nocciole, dall’aperitivo fino al digestivo.

 

Programma

 

Sabato 22 agosto

 

ore 16: “Passeggiata nel noccioleto del Molinello”, in cammino fino al noccioleto e degustazione della deliziosa crema di nocciole.

 

Ore 21: In Piazza VII maggio concerto di Michele Braganti

 

Domenica 23 agosto

 

Ore 16: “Passeggiata naturalistica attraverso l’area Natura 2000 Boschi di Pietralunga e lungo il torrente Carpinella”, visita al laboratorio di produzione della crema di nocciole.

 

Ore 17.30: In Piazza VII Maggio “Giro musicale dell’Umbria 2020”, rassegna bandistica delle bande umbre.

 

Ore 18: In Piazza VII Maggio “Che vinca il migliore”, una sfida tra compaesani per aggiudicarsi il premio per il Miglior Cialdone. I cialdoni saranno preparati esclusivamente con il tradizionale ferro per cialdoni, secondo l’autentica ricetta pietralunghese. (65)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini