La Polizia di Stato intensifica i servizi presso i luoghi della “Movida”

1Terni, 24 agosto 2020 – Nel fine settimana appena trascorso anche ad Orvieto sono stati intensificati i controlli finalizzati al contrasto del diffondersi dell’epidemia sanitaria COVID 19 alla luce della crescente impennata dei contagi soprattutto verificatisi tra i giovani che si affollano nelle calde serate agostane del week and per la così detta “movida” serale e notturna. Gli agenti del Commissariato di Polizia della città del tufo, coordinati dal Dirigente Calderini, nella serata di sabato scorso, durante i mirati servizi approntati, anche sulla base di precise direttive emanate dal Questore Massucci, alla luce delle nuove disposizioni ministeriali che impongono l’uso obbligatorio della mascherina nei luoghi dove si svolge la movida appunto ed il divieto di attività di ballo, hanno identificato dieci persone, nei pressi di bar, vie e piazze del centro orvietano, alle quali è stata contestata la sanzione amministrativa del pagamento della somma di 400 euro per aver circolato e stazionato in più persone senza l’uso della protezione della mascherina, come previsto dalle nuove norme nazionali che impongono di indossarla dalle 18 alle 6 del mattino, anche all’aperto, se, quando e dove sia più agevole il formarsi di assembramenti, anche di natura spontanea ed occasionale.

Inoltre l’Ufficio di Polizia di Orvieto sta vagliando le segnalazioni dei propri agenti per procedere anche nei confronti di esercizi pubblici commerciali per la vendita e la somministrazione di bevande alcoliche   ai   minorenni, la cui   condotta è vietata   e sanzionata   anche penalmente se l’età dell’assuntore fosse inferiore ai 16 anni. Gli ambienti del Commissariato fanno sapere che si è solo all’inizio e che nei prossimi fine settimana controlli ancora più stringenti saranno effettuati, anche unitamente alle altre Forze di Polizia presenti sul territorio.

 

 

 

  (113)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini