1Foligno, 25 agosto 2020 – Si alza il sipario sulla Giostra della Quintana. E’ fitto di eventi culturali. E’ stato presentato oggi a palazzo Candiotti dal Presidente Domenico Metelli. Erano presenti il sindaco Stefano Zuccarini e gli assessori Michela Giuliani e Decio Barili. In sala i priori dei rioni. Si inizierà domani sera con la notte delle bandiere, mentre il 27 agosto apriranno le taverne. Saranno soltanto nove, dopo la decisione del rione Ammanniti di restare chiuso; il 30 agosto le prove ufficiali alle ore 15 (vi assisteranno soltanto il direttivo e il consiglio rionale, 15 persone a contrada), mentre il 13 settembre la Giostra. Soltanto la giostra. Niente corteo storico per evitare gli assembramenti. Se sarà molto caldo, la giostra si potrebbe svolgere di sera, come per la la sfida di giugno, altrimenti di pomeriggio. Sicuramente, però, si correrà di pomeriggio, anche per esigenze televisive, visto che sarà trasmessa in diretta dalla Rai.

2Il Presidente Domenico Metelli –dopo aver esordito con quanto affermato molti anni da un professore universitario di Milano “fortunate quelle città che hanno una manifestazione storica”, ha dichiarato che la Quintana ha una responsabilità nei confronti della città di Foligno. Pertanto, ha sottolineato che il mondo quintanaro si è assunto l’impegno di garantire lo svolgimento della festa attuando rispettando e facendo rispettare scrupolosamente tutte le misure di sicurezza. In taverna si potrà accedere solo su prenotazione e all’ingresso il termo scanner misurerà la temperatura corporea. Non ha poi esitato a sottolineare che la manifestazione “pur non avendo nulla a che fare con il dio danaro”, investe 3 milioni di euro e muove un giro di sei milioni.

La simpatica vignetta dell'architetto Carlo Rampioni: il dio Marte con la mascherina e l'iginizzante sul braccio dove sono appesi gli anelli

La simpatica vignetta dell’architetto Carlo Rampioni: il dio Marte con la mascherina e l’iginizzante sul braccio dove sono appesi gli anelli

Pertanto, le taverne seguiranno le normative previste per i ristoranti: sarà garantito il distanziamento tra i commensali, gel santificanti saranno a disposizione degli avventori, i popolani indosseranno la mascherina durante il servizio come i clienti quando si alzeranno dal tavolo e si sposteranno all’interno della taverna, verranno igienizzate le superfici. “Se servirà a sensibilizzare -dice Metelli- metterò la mascherina anche al dio Marte”. Per quanto riguarda l’accesso al Campo per la Giostra del 13 settembre, l’Ente Giostra ha pianificato un protocollo specifico per attuare tutte le norme vigenti all’entrata, all’uscita e dentro il Campo. Gli spettatori dovranno indossare la mascherina per fare ingresso alla gara. Il numero di posti disponibili (forse 3.000) sarà deciso dal Prefetto e dalla Presidente della Regione. (165)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini