Al tempo del Covid 19 invita tutta la cittadinanza ad esporre fuori dai balconi gli stendardi e ad indossare le maglie dei propri Rioni durante tutto il mese di settembre, per colorare la città di rosso, blu, verde e giallo. Nonostante tutto #NOICISIAMO

Palio de San MicheleBastia Umbra, 1 settembre 2020 – Non è tempo di festeggiare, ma è tempo di ricordare. Oggi è il primo giorno di settembre. E, fino a ieri, Bastia sventolava in alto i cuori e lo faceva con i suoi splendidi quattro colori. Non sappiamo quando il Palio potrà tornare ad incontrare la Scuola.
Perché non sappiamo neanche quando ci si potrà tornare… a scuola. Ma prima di immaginare, di spaventarci per quel che non sappiamo, occorre ricordare, RICORDARE QUELLO CHE SIAMO.
E NOI…SIAMO IL PALIO. Noi siamo un paese del centro Italia che ha iniziato a vivere insieme dal 1962.
Siamo rionali, siamo amici, siamo sfidanti.
Siamo competitivi.
Siamo sbronze, siamo scommesse e promesse.
Siamo creativi.
Siamo artisti.
Siamo atleti.
Siamo uniti, quando nel nome dell’Arcangelo Michele, uccidiamo la paura di un demone.
Siamo gioiosi quando finiamo una sfilata, anche quando in cuor nostro sappiamo che non è stata la migliore.
Lo siamo, perché abbiamo sempre fatto del nostro meglio.

Non abbiamo mai perso.
Non abbiamo mai smesso di emozionarci.
Di crederci. Di avere fede e di inventare nuove storie da poter realizzare.
Abbiamo tanto ancora da dare…
E, anche se quest’anno il tempo ha scelto di fermarsi, non significa che non esistiamo più.

Noi ci siamo.
E tu? Non nasconderti e fatti vedere.
Se prima mettevi uno stendardo fuori dalla finestra, ora devi metterci anche il cuore.

L’Ente Palio invita tutti i rionali a mettere fuori gli stendardi, a vestirsi di rosso, di blu, di verde e di giallo.

Noi torneremo. Tutti insieme.
Non sarà lo stesso Palio.
Ma tutto quello che sarà, diventerà un ricordo.
E quando torneremo a scuola, quando la vita toglierà la mascherina, torneremo ad indossare la maschera di una sfilata per andare in scena.

Quindi…Giù il sipario. SETTEMBRE È NOSTRO. (103)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini