A derubarlo dei propri soldi è stata una donna di 43 anni, subito rintracciata dalla squadra volante che l’ha deferita all’autorità giudiziaria

squadravolante--400x300Perugia 3 settembre 2020 – Personale della Squadra Volante della Questura di Perugia è intervenuto nella tarda serata di ieri, su segnalazione della Sala Operativa, in aiuto di un cittadino italiano di 63 anni il quale, attraverso una telefonata al 113, riferiva di essere stato derubato da una donna, pochi attimi prima. Inizialmente l’uomo, alla richiesta di un passaggio in auto avanzato da due donne, si rendeva disponibile al favore. Dopo aver accompagnato la prima procedeva ad accompagnare anche la seconda in altro luogo.
Arrivati a destinazione, una volta scesa dall’auto, la donna chiedeva all’autista un po’ di soldi per comprare delle sigarette. Estratto il portafoglio, la richiedente, con un gesto repentino, sottraeva abilmente i soldi presenti all’interno, per poi darsi velocemente alla fuga.
L’uomo avvisava immediatamente il 113 della Questura di Perugia dando la precisa descrizione del soggetto il quale veniva da lì a poco localizzato ed identificato dalla Volante in servizio di controllo del territorio.

La donna, una cittadina italiana di 43 anni, che presentava a proprio carico precedenti di Polizia come furto aggravato e violenza privata, veniva localizzata nelle vicinanze della Stazione Ferroviaria di Ponte San Giovanni ove riferiva immediatamente agli agenti che un uomo, pochi minuti prima del loro arrivo, l’aveva strattonata sottraendole e portandole via il proprio portafogli.

Quanto dichiarato dalla donna veniva immediatamente smentito dagli agenti i quali riuscivano immediatamente a ritrovare, proprio dietro ai piedi della donna, il suo portafogli. Comunicato il tutto all’Autorità Giudiziaria, su disposizione di quest’ultima, la 43enne veniva deferita all’A.G. per il reato di furto aggravato. (84)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini