Entro l'anno è previsto l’affidamento dei lavori, che si concluderanno nel primo semestre del 2021

1Assisi, 4 settembre 2020 – Presso lo stadio di Santa Maria degli Angeli sarà realizzata una nuova tendostruttura polivalente al posto di quella esistente. Lo ha deciso la giunta comunale che ha approvato il progetto definitivo dell’opera. E’ intenzione dell’amministrazione rimuovere l’impianto esistente e far costruire una nuova struttura adeguata alle nuove norme e più funzionale per lo svolgimento di diverse attività sportive, e infine da poter utilizzare, in caso di bisogno, anche dalla Protezione civile. Nel nuovo impianto – completamente accessibile – sono previsti un campo polivalente per diversi sport, uno spazio per l’allenamento libero e locali di servizio e spogliatoi. Il costo complessivo del progetto è di 450 mila euro, una parte del finanziamento l’amministrazione comunale intende individuarla con la partecipazione al bando Sport e Periferie 2020 emesso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Entro l’anno è previsto l’affidamento dei lavori, che si concluderanno nel primo semestre del 2021.

2Secondo l’assessore allo sport Veronica Cavallucci “questa nuova struttura risolverà definitivamente le carenze di spazi adeguati per le numerosissime società sportive di calcio, basket, volley, arti marziali, che così potranno garantire agli atleti luoghi di allenamento funzionali e in sicurezza. Grazie a quest’investimento le società potranno fare quel salto di qualità dal punto di vista agonistico oggi precluso dagli spazi ridotti e poco efficienti”. Anche l’assessore ai Lavori Pubblici Alberto Capitanucci esprime soddisfazione per il lavoro fatto: “Oltre 1000 mq coperti e 500 scoperti per le attività sportive, sei moduli per servizi e spogliatoi articolati in un unico blocco funzionale connesso alla struttura principale che recuperano, in gran parte, l’area di impianto della tensostruttura esistente, ormai obsoleta. Un intervento dalle linee semplici e pulite che miscela l’utilizzo di componenti e tecnologie di largo impiego con elementi di maggiore specificità volti a conferire organicità e pulizia formale al complesso dei servizi e che crediamo possa aprire una strada di grande interesse per strutture a basso costo per lo sport, la scuola ed il sociale.” (69)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini