1Assisi, 5 settembre 2020 – Il Papa torna ad Assisi per la quarta volta: sarà nella città serafica il prossimo 3 ottobre. Andrà a pregare sulla tomba del poverello in forma strettamente privata. Lo ha annunciato poco fa il custode del Sacro convento, padre Mauro Gambetti e reso noto dal direttore della Sala stampa, padre Enzo Fortunato. «E’ con grande gioia e nella preghiera che accogliamo e attendiamo la visita privata di papa Francesco. Una tappa che evidenzierà l’importanza e la necessità della fraternità – ha dichiarato padre Mauro Gambetti».Il Pontefice sarà atteso alle ore 15 e, dopo aver celebrerà la Messa sull’altare della tomba di San Francesco,  firmerà   fla nuova Enciclica ‘Fratelli tutti…’.  Un messaggio forte al mondo, anche di conforto, in questa crisi accellerata dalla pandemia. Il  suo messaggio troverà spirazione nel Santo di Assisi. Il Papa  tornerà così p nella città serafica. Grande entusiasmo per la visita del Santo Padre è stato espresso dai vescovi umbri.

“Il più bel dono che Papa Francesco potesse fare ad Assisi in questo momento particolarissimo della storia”.  Così il sindaco Stefania Proietti sull’annuncio della visita, in forma privata, del Pontefice alla città il prossimo 3 ottobre.
“Accogliamo questo annuncio straordinario con commozione e gioia immensa, ancor più perché Papa Francesco ha scelto la data del Transito del Santo Patrono d’Italia per donare al mondo un nuovo cardine del suo magistero, la sua terza enciclica che si chiamerà Fratelli tutti. Qui nella città diventata grazie a San Francesco simbolo e messaggio di dialogo, di rispetto, di pace, Papa Francesco rilancerà un valore centrale del suo magistero. I fratelli  invisibili che scappano da fame guerra e morte, Shimon Peres e Abu Mazen che si stringono la mano come esempio della fraternità che costruisce la pace, la Dichiarazione di Abu Dhabi sulla “fratellanza umana” che “nasce dalla fede in Dio che è Padre di tutti e Padre della pace”. Nel ricordarci incessantemente che siamo una unica famiglia umana, Papa Francesco con questa sua visita ci da’ speranza di rinascita anche come Città: la pandemia ci mette alla prova ogni giorno ma ora abbiamo ancor più chiaro l’obiettivo. Conformarci al messaggio che San Francesco e Papa Francesco hanno lanciato da qui, da Assisi, per cambiare il mondo.” (207)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini