Nel mese di agosto la presenza degli insetti è rimasta contenuta nonostante l’abbassamento del livello del lago

aPerugia, 08 settembre 2020 – Quest’estate la presenza dei chironomidi è rimasta contenuta, nonostante il livello del lago Trasimeno si sia abbassata notevolmente nel mese di agosto, facendo rilevare le sciamature più importanti lungo la costa del comune di Magione nella seconda metà del mese scorso, ma sempre in misura minore rispetto alle estati degli anni precedenti. L’attività di contenimento di questi fastidiosi insetti si concluderà la settimana del 14 settembre con l’undicesimo ed ultimo trattamento larvicida con Bacillus thuringiensis var. israelensis, in formulazione liquida, nelle aree costiere per controllare la sciamatura finale dell’anno che si prevede per la metà o la fine di settembre.

Lo svolgimento dei trattamenti di contenimento effettuati dall’unità operativa Igiene e sanità pubblica della Usl Umbria 1 è stato realizzato anche quest’anno nell’ambito del progetto finanziato dalla Regione Umbria e dall’Unione dei Comuni del Trasimeno.  Il monitoraggio dei fondali effettuato nel mese di agosto, in collaborazione tra il Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie dell’Università di Perugia e la Usl Umbria 1, ha confermato il trend di contenimento della popolazione larvale di chironomidi che è stato rilevato fino a luglio 2020, nonostante la diminuzione del livello idrometrico e l’elevata temperatura dell’acqua registrata nel mese di agosto. Infine, è in pieno funzionamento la diversione luminosa per attirare gli adulti di chironomidi in aree lontane dai centri abitati ottenuta grazie alle luci bianche delle “Tofo-lamp” predisposte lungo il litorale lacustre.

Numerose sono state le attività turistico-ricettive che hanno adottato, secondo i consigli della Usl Umbria 1, le fonti luminose gialle e arancioni che attirano in modo minore i chironomidi, limitando in tal modo il fastidio degli utenti nelle serate estive. Inoltre, è in corso un test con l’impiego di pellicole adesive di colore giallo e arancione da applicare sulle lampade bianche dell’illuminazione pubblica. Si completerà, infine, nei prossimi mesi la ricerca finanziata dalla Fondazione Brunello e Federica Cucinelli d’intesa con UNIPG, Usl Umbria1 e Unione dei Comuni del Trasimeno per il monitoraggio dei fondali e la  sperimentazione delle attrezzature di cattura massale degli adulti di chironomidi.
Aggiornamenti e approfondimenti sono disponibili sulla pagina Facebook Portale Disinfestazione o nel sito www.portaledisinfestazione.org. (52)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini