Servirà per il recupero di carta, plastica e legno: l’azienda diventa strategica per la tenuta del sistema regionale, grazie alla gestione completa del ciclo dei rifiuti, dalla raccolta, al trattamento fino allo smaltimento

1Città di Castello, 08 settembre 2020 – Con l’acquisto dell’impianto di recupero della carta, della plastica e del legno della Società Ecocassia s.r.l. a Montecastelli, nel comune di Umbertide, Sogepu diventa strategica in Umbria, completando sostanzialmente il ciclo aziendale della gestione dei rifiuti, dalla raccolta “porta a porta”, al trattamento dei materiali finalizzato al recupero, fino allo smaltimento nella discarica in gestione presso il Polo di Belladanza. “Questo investimento rafforza l’autonomia della società nel sistema regionale della gestione dei rifiuti del quale è un fattore essenziale di tenuta, grazie a una impiantistica che garantisce l’autosufficienza del Sub-Ambito 1 Auri dell’Alta Umbria ed è punto di riferimento per i Sub-Ambiti 2, 3 e 4”, dichiara l’amministratore unico di Sogepu Cristian Goracci, nel sottolineare come “la possibilità di trattare in proprio tutti i materiali provenienti dalla raccolta differenziata meno il vetro, aggiungendo le lavorazioni della carta, della plastica e del legno a quelle dell’organico, dell’indifferenziato, del sottovaglio dai rifiuti urbani, dei rifiuti speciali e del verde già effettuate nel Polo di Belladanza a partire dal 2018, si unisce alla capacità di gestire completamente i servizi di ritiro ‘porta a porta’, oggi in 17 comuni dei Sub-Ambiti 1 e 3 dell’Auri, e lo smaltimento in discarica, nel Polo di Belladanza”.

L’amministratore unico di Sogepu, Cristian Goracci

L’amministratore unico di Sogepu, Cristian Goracci

“L’importante operazione perfezionata da Sogepu si colloca pienamente nel solco di un piano industriale che prevede investimenti per conseguire l’obiettivo dell’autonomia gestionale del ciclo dei rifiuti a beneficio dei Comuni serviti, potenziando la capacità operativa e finanziaria della società e consolidandone il ruolo strategico nel sistema regionale, anche nell’ottica di offrire nuovi servizi ai cittadini e alle aziende”, dichiara l’assessore tifernate all’Ambiente Massimo Massetti, che evidenzia come “le positive performance dell’azienda rappresentino un valore aggiunto per le municipalità socie, a cominciare da Città di Castello, che traggono vantaggi in termini di efficacia dei servizi, ma anche di contenimento dei costi tariffari e di investimenti per la collettività”.

2L’impianto di Montecastelli è costituito da tre capannoni con una superficie complessiva di circa 2.000 metri quadrati, da aree esterne per circa 1.430 metri quadrati e da un terreno industriale adiacente di circa 3.500 metri quadrati per eventuali ampliamenti futuri. Con l’acquisizione dello stabilimento, d’ora in poi Sogepu svolgerà le attività di cernita, triturazione, selezione e stoccaggio dei rifiuti provenienti dalla raccolta differenziata per conto di comuni dei Sub-ambiti 1, 2 e 4 dell’Auri (Città di Castello, Monte Santa Maria Tiberina, Citerna, Marsciano, Collazzone, Fratta Todina, San Venanzo) e di numerose aziende situate nel comprensorio dell’Alta Valle del Tevere e nel resto dell’Umbria, con una capacità massima di trattamento in un anno di 22 mila tonnellate di carta e cartone, di 14 mila tonnellate di plastica e di 3 mila tonnellate di legno. Le lavorazioni sono finalizzate a preparare materiali da inviare principalmente alle cartiere e al Consorzio Corepla (Consorzio Nazionale per la Raccolta, il Riciclaggio e il Recupero degli Imballaggi in Plastica), con cui è convenzionato.

 

 

 

  (101)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini