La cerimonia si svolgerà sabato 26 settembre, alle ore 10

1Assisi, 23 settembre 2020 – La Città di Assisi non dimentica i figli che hanno messo a disposizione della comunità il proprio sapere, il proprio tempo e la propria passione. Piero Mirti, l’Avvocato, è stato uno di questi. L’amministrazione comunale ha deciso di intitolargli una via del centro storico; la cerimonia si svolgerà sabato 26 settembre, alle ore 10. Piero Mirti ha amato tantissimo Assisi e si è impegnato senza risparmio di energie per il bene comune, partecipando attivamente alla vita pubblica e culturale. Ha ricoperto numerosi incarichi, tra cui consigliere comunale, vicesindaco, presidente dell’Azienda di promozione turistica, presidente del Calendimaggio, censore dell’Accademia Properziana del Subasio e membro del Consiglio Direttivo della Società Internazionale di Studi Francescani. E’ stato anche sindaco di Bastia Umbra e consigliere provinciale.

Nella sua esistenza hanno trovato spazio, oltre alla toga e alla politica, anche la scrittura e la poesia, in molteplici iniziative e soprattutto nei suoi scritti si percepiscono intatte la sua impronta e la sua profondità, perché nei confronti degli altri e in particolare della Città Serafica ha sempre nutrito un grande interesse.

Piero Mirti è stato un personaggio di spicco tra gli intellettuali dell’epoca, nato nel 1930 a cavallo delle due guerre, si è spento 24 anni fa, nel 1996.

Il sindaco di Assisi Stefania Proietti in un ricordo ha scritto che “l’Avvocato Mirti ha arricchito la vita di Assisi con la Sua conoscenza ma anche con la Sua sensibilità, non si è mai stancato di donare i propri talenti alla vita pubblica, e, al contempo, di aiutare i più deboli con straordinarie doti professionali e umane. E’, ancora oggi, esempio per noi che siamo chiamati all’immenso privilegio di amministrare e custodire la Città Serafica. Piero Mirti ha tanto amato Assisi. E Assisi tutta, oggi, con riconoscenza e affetto, lo omaggia rendendo indelebile il Suo nome, scolpito nella “madre di pietra”.

  (119)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini