In manette per associazione a delinquere finalizzata al traffico di droga, sei pakistani, due tunisini, un nigeriano e un italiano

1TERNI, 25 settembre 2020 – Gli agenti della questura di Terni hanno eseguito dieci arresti di altrettanti venditori di morte. La banda vendeva droga (in particolare eroina e cocaina) e a capo dell’organizzazione c’era un pakistano di 45 anni. L’operazione, denominata Alì Park, ha visto in manette sei pakistani, due tunisini, un nigeriano e un italiano, tutti ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico di droga. Un giro di affari di migliaia di euro al mese. La droga era nascosta cinque appartamenti, ubicati fra la stazione ferroviaria e il quartiere di Borgo Bovio. Nei locali, la droga veniva lavorata, o meglio trasformata con sostanze chimiche, dopo essere passata in grossi frullatori artigianali. Per trasportare in aereo lo stupefacente dal Pakistan in Italia, la banda lo solidificava la droga che diventava come gomma per imballaggi di bagagli. Sono stati sequestrati a Terni circa 12 kg di eroina e 300 grammi di cocaina, oltre a 10.000 euro. L’indagine è stata molto articolata e ha visto in sinergia la questura di Terni in collaborazione con il gruppo investigativo sulla criminalità organizzata, il gruppo operativo antidroga e le fiamme gialle di Ancona (161)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini