L'ordinanza del Presidente della regione previene così il rischio blocco derivante da recente norma nazionale

1Perugia, 1 ottobre 2020 – La Presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, ha firmato un’ordinanza (la n. 58 del 30 settembre 2020) sui criteri di ammissibilità dei rifiuti urbani nelle discariche regionali al fine di risolvere la situazione emergenziale di blocco della gestione dei rifiuti che sarebbe derivata da una norma contenuta nel Decreto legislativo 121/2020 che recepisce la direttiva europea sulle discariche, in vigore dal 29 settembre scorso. L’ordinanza, che ha efficacia fino al 31 dicembre 2020, consente la regolare continuità dell’attività di raccolta e gestione dei rifiuti urbani, nel rispetto dei limiti già fissati, attività qualificata di pubblico interesse. A tale scopo, prevede una deroga all’applicazione della norma nazionale che avrebbe comportato l’impossibilità di conferire il sovvallo secco in discarica, con ripercussioni sull’intero sistema di gestione dei rifiuti, tra cui in particolare sul sistema di raccolta, con potenziali rischi per la salute della popolazione.

Una situazione che l’Assessorato regionale all’Ambiente ha prontamente evidenziato al Ministero competente sollecitando un intervento di modifica che ristabilisca un quadro di certezze. Si attende l’emanazione di una norma correttiva in sede di conversione del “Decreto Agosto” che il Parlamento dovrà espletare entro il prossimo 15 ottobre. (139)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini