1Assisi, 10 ottobre 2020 – In occasione della manifestazione Catena Umana per la Pace organizzata dalla ‘Tavola della Pace’ in programma domani, 11 ottobre, a Perugia e Assisi, si rendono necessarie limitate modifiche della viabilità. A SANTA MARIA DEGLI ANGELI, dalle 10 alle 14 è disposto il divieto di sosta per tutti i veicoli in via Patrono d’Italia nelle sole adiacenze della Piazza (da via Los Angeles a via della Repubblica). Nello stesso arco orario è stabilito il divieto di circolazione per tutti i veicoli in via Patrono d’Italia nel tratto adiacente alla piazza, dall’interazione con via Protomartiri Francescani fino alla rotatoria di Via Los Angeles. Ad ASSISI centro storico vige il divieto di sosta per tutti i veicoli, compresi gli autorizzati, dalle ore 9 alle 14 e comunque sino al termine delle manifestazioni in viale Marconi (dalla rotonda del Serafico a salire verso parcheggio Giovanni Paolo II) e zona Piazza San Pietro. Stesso divieto dalle 23 di stasera fino alle 14 di domani in Via San Francesco (nel solo tratto iniziale prospiciente alla basilica, da intersezione con Via Merry del Val al civico 18/a) per permettere il parcheggio delle forze dell’ordine. Infine è disposto il divieto di circolazione per tutti i veicoli dalle 12 alle 13.30 in viale Marconi (dalla rotonda del serafico al parcheggio Giovanni Paolo II).

La ‘catena umana’ sarà dislocata lungo la Mattonata, nel tratto dalla Basilica di Santa Maria degli Angeli fino a San Pietro per poi proseguire lungo viale Marconi, via Frate Elia fino alla piazza inferiore di San Francesco, dove terminerà. Lungo tutto il percorso interessato dai cambiamenti di viabilità saranno presenti vigili urbani e forze dell’ordine che agevoleranno il traffico.

Queste disposizioni sono indispensabili per garantire la sicurezza della manifestazione della ‘Catena Umana’ che risulta autorizzata dagli organi competenti. In questo momento delicato il sindaco Stefania Proietti raccomanda a tutti i partecipanti di osservare pedissequamente tutte le misure di sicurezza, come l’obbligo della mascherina, la igienizzazione delle mani e il distanziamento, al fine di arginare il contagio del Covid-19 e ricorda che gli inadempienti saranno multati con sanzioni fino a 3000 euro. (122)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini