LA POLIZIA DI STATO DENUNCIA UN GIOVANE PER PROCURATO ALLARME E NE SEGNALA ALTRI DUE ALL’AUTORITA’ COMPETENTE PER POSSESSO DI SOSTANZA STUPEFACENTE

1Perugia, 14 ottobre 2020 – Nel pomeriggio di ieri personale del Reparto Volanti, durante un servizio di controllo del territorio in centro storico venivano avvicinati da alcune persone le quali riferivano della presenza, in zona via Baglioni, di un ragazzo che, in compagnia di alcuni presunti amici, impugnava una pistola. Gli agenti, intervenivano repentinamente e potevano appurare la veridicità di quanto riferito dai cittadini. Nella fattispecie notavano un giovane, identificato come un minorenne italiano il quale, impugnando una pistola e terminato di praticare il tiro a segno contro un bersaglio rudimentale ricavato da un pannello di polistirolo nei paraggi reperito, seminando pallini di plastica fosforescente per tutta la via, attraversava una via adiacente per andarsi a sedere accanto ad un gruppo di giovani sulla soglia di un’attività commerciale chiusa.
Tolto immediatamente l’oggetto dalle mani del soggetto gli agenti potevano appurare che si trattava di una pistola soft air completamente priva del contrassegno identificativo di colore rosso che deve, per legge, essere posto sulla parte apicale della canna.

Durante il controllo emergeva che nel gruppo di giovani, composto da ragazzi di giovane età, sia minorenni che maggiorenni, tutti italiani tranne un ragazzo di origini colombiane, due di loro sono risultati in possesso di sostanze stupefacenti del tipo hashish e marijuana per un peso complessivo di circa 3 gr.

Il ragazzo in possesso dell’arma soft air, notiziato il Tribunale per i Minorenni di Perugia, veniva deferito all’A.G. per i reati di Procurato Allarme e Getto Pericoloso di Cose mentre a carico degli altri due veniva effettuata segnalazione alla competente autorità amministrativa (116)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini