arrestato-tunisino-aggressione-poliziotto-agente-ventimiglia1_418092Foligno, 27 ottobre 2020 – Un arrestato, sette indagati e 2.467 persone controllate. Questo il risultato che il Compartimento di Polizia Ferroviaria per le Marche, l’Umbria e l’Abruzzo ha ottenuto con i suoi 225 servizi di vigilanza nelle stazioni ferroviarie, 67 a bordo treno, 27 pattuglie automontate e due provvedimenti di P.S. nell’ultima settimana.
Il 22 ottobre scorso, come disposto in ambito nazionale dal Servizio Polizia Ferroviaria, il Compartimento Polizia Ferroviaria per le Marche, l’Umbria e l’Abruzzo, nell’ambito della propria giurisdizione territoriale, oltre ai consueti servizi di Specialità, ha intensificato e coordinato un’attività di controlli straordinari con l’operazione “Rail Safe Day”. L’iniziativa è stata organizzata per impedire il verificarsi di tutti quei comportamenti anomali ed impropri, quali l’indebita presenza di persone sulle linee ferrate o nei pressi di passaggi a livello, il superamento della “linea gialla” nelle stazioni, l’incauto attraversamento dei binari, la realizzazione dei pericolosissimi “selfie” in linea, che, in alcune situazioni, sono sfociati in eventi tragici.

Il 23 ottobre scorso personale della Polizia Ferroviaria di Foligno, unitamente ai colleghi della Squadra Volante del Commissariato di Foligno, ha arrestato un cittadino extracomunitario di origini marocchine di 32 anni per il reato di evasione e furto. L’uomo, residente nel comprensorio folignate e già noto alle Forze dell’Ordine, è evaso dagli arresti domiciliari per recarsi nel centro cittadino, dove ha sottratto dall’interno di un esercizio commerciale una bicicletta elettrica del valore di circa 2.000 euro.
Grazie alla sinergia delle comunicazioni tra il locale Commissariato di Polizia e la Sezione di Polizia Ferroviaria, la fuga dell’uomo è durata poche decine di minuti in quanto veniva subito intercettato in stazione dagli agenti mentre cercava, una volta salito a bordo di un treno con la bicicletta rubata al seguito, di lasciare la città.

L’uomo è stato immediatamente arrestato per il reato di furto aggravato ed evasione, imputazioni queste confermate in sede di udienza per direttissima svolta nella mattinata successiva, la quale ha convalidato l’arresto dell’uomo disponendone la custodia cautelare in carcere presso la Casa Circondariale di Spoleto.  Contestualmente veniva restituita le bicicletta al legittimo proprietario. (Foto di repertorio) (86)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini