ass centroSono 28 in più le persone affette da Covid-19 ad Assisi rispetto a ieri, attualmente i casi positivi sono nel totale 263. Il dato è stato fornito dal Cor (Centro operativo regionale). Un’escalation in linea con la tendenza regionale che desta notevole preoccupazione in città come in tutto il  Paese.  Nella casa di risposo “Andrea Rossi” si sono registrati nelle ultime 24 ore due casi, con immediatezza sono stati applicati tutti i protocolli sanitari previsti dalle normative. il sindaco Stefania Proietti si è subito messo a disposizione per supportare qualsiasi esigenza.
L’amministrazione ha attivato e continua ad attivare attraverso il Coc (Centro operativo comunale) tutti i sistemi e le procedure per indurre tutti a rispettare con scrupolo le disposizioni. Considerati i numeri crescenti nel territorio di Assisi negli ultimi tempi, è stato  un piano di sensibilizzazione e comunicazione diretto ai cittadini e a tutti coloro che giungono in città. Il piano prevede, tra le altre cose, infografiche diffuse sia nei punti di pubblica affissione che nei luoghi dove può generarsi assembramento (ingresso delle scuole, in particolare superiori, fermate mezzi pubblici, principali piazze e chiese), sensibilizzazione tramite social e media e inviti continui al rispetto assoluto delle regole di prevenzione e sicurezza sanitaria.

Sono stati anche intensificati i controlli della polizia municipale, da sempre per la verità effettuati, che, avvengono in collaborazione con le forze dell’ordine e di polizia, durante tutta la giornata oltre a essere estesi anche di notte.
Il sindaco Stefania Proietti, che è in costante collegamento con le autorità regionali e con il Prefetto,  rivolge  ancora una volta un appello a tutti i cittadini: “Stiamo vivendo un’altra ondata di pandemia che si prefigura forte e pericolosa, i contagi aumentano e abbiamo tutti la responsabilità di rispettare le misure di sicurezza, le poche regole che ci permettono di contenere la diffusione del virus e cioè l’uso della mascherina, il distanziamento e l’igiene delle mani. Sono queste semplici misure che ci difendono dal virus e abbiamo il dovere di attenerci senza scuse se vogliamo vincere questa sfida. Insieme possiamo farcela”. (65)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini