Nel suo smartphone 39 canti differenti di uccelli utilizzati durante la caccia d’appostamento

1Lisciano Niccone 29 ottobre 2020- I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Passignano sul Trasimeno nella giornata odierna sono stati impegnati nel controllo di un valico considerato, in questo periodo dell’anno, un importante rotta migratoria. I militari nel controllo sorprendevano un uomo nell’esercizio della caccia d’appostamento che, attraverso il proprio smartphone, emetteva richiami di uccelli. A seguito della confisca dello smartphone si constatava la presenza di un’applicazione in grado di emettere 39 differenti canti di uccelli. Dette applicazioni, sono considerate legali e facilmente raggiungibili in internet in quanto utilizzate per la pratica del birdwatching ma l’utilizzo, durante l’attività venatoria, è assolutamente vietato. Difatti, l’utilizzo di qualsiasi apparecchiatura in grado di emettere richiami durante l’attività venatoria comporta la denuncia penale oltre alla segnalazione alla questura di competenza.

  (106)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini