1Assisi, 31 ottobre 2020 – Il vice ministro della salute Pierpaolo Sileri è stato ricevuto ieri dal sindaco di Assisi Stefania Proietti nel Palazzo Comunale. E’ stata l’occasione per il sindaco e l’assessore ai servizi socio-sanitari Massimo Paggi di affrontare le problematiche legate all’emergenza sanitaria, al delicato momento che sta vivendo il paese. In particolare il vice ministro si è interessato della situazione del contagio ad Assisi e nella regione, dei rischi connessi ai focolai nelle strutture e poi delle criticità relative al tracciamento delle persone positive con la discordanza dei dati tra i vari soggetti. In merito a quest’ultimo punto il vice ministro, assicurando tempestivo interessamento per risolvere il problema, già sollevato nei giorni scorsi dal sindaco Proietti e da Anci, ha detto che “bisogna superare il più possibile la burocrazia, la parola d’ordine è semplificare, sia per migliorare l’attività delle amministrazioni, in primis quella dei Comuni alle prese con le ordinanze e che rischiano di ingolfarsi, che per razionalizzare quella delle attività sanitarie”.

Nel corso dell’incontro si è parlato anche dell’ospedale, della necessità che ad Assisi rimanga un presidio sanitario efficiente a tutela dei cittadini del territorio e dei tanti turisti che di solito affollano la città e che, speriamo, tornino presto. Prima di lasciare Assisi il vice ministro ha voluto conoscere la casa di riposo “Andrea Rossi, ha parlato con il presidente Alessio Allegrucci e si è intrattenuto con il direttore sanitario Raffaele Zava e gli operatori. Il tempo di una visita al Sacro Convento, accolto dal direttore della Sala Stampa Padre Enzo Fortunato, e poi la ripartenza per la capitale. (113)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini