Il vescovo ausiliare mons. Marco Salvi: «In questo momento ancor più vicini spiritualmente al nostro Pastore Gualtiero»

BASSETTI gPerugia, 9 novembre 2020 – Dall’ultimo bollettino medico sullo stato di salute del cardinale arcivescovo di Perugia-Città della Pieve Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, diramato all’ora di pranzo di lunedì 9 novembre dalla Direzione dell’Azienda Ospedaliera “Santa Maria della Misericordia”, si è appreso l’aggravarsi del «complessivo quadro clinico» del presule. Il cardinale Bassetti, risultato positivo sintomatico al Covid-19 il 28 ottobre scorso, è stato ricoverato il 31 ottobre presso la Struttura di Medicina d’urgenza-Covid del nosocomio perugino dove dal 3 novembre è in Terapia intensiva.
La comunità diocesana vive con apprensione le gravi condizioni di salute del suo Pastore ed è costantemente raccolta in preghiera, come comunità parrocchiali, religiose e di vita contemplativa e come gruppi e movimenti laicali.
«In questo momento siamo ancor più vicini spiritualmente al nostro Pastore – sottolinea il vescovo ausiliare mons. Marco Salvi –.

Insieme alle cure mediche, il Pastore Gualtiero è attorniato in questi giorni dall’affetto e dalle preghiere incessanti di tante persone e comunità oranti, non solo in Diocesi, ma in tutta Italia, dove il suo sorriso e i suoi messaggi sono entrati in profondità nel cuore di tanti». Mons. Salvi, nel rivolgersi ai parroci dell’Archidiocesi, chiede di pregare per il cardinale, per quanti stanno vivendo la medesima prova e per gli operatori sanitari che si prendono cura di tutti loro.
«Con particolare fede invochiamo, come ci ha chiesto il nostro cardinale – prosegue mons. Salvi –, il Beato Carlo Acutis, il Venerabile Vittorio Trancanelli e il Servo di Dio Giampiero Morettini». Questi ultimi due sono figli della terra umbra: il medico chirurgo Trancanelli, definito dallo stesso Bassetti il «buon samaritano in sala operatoria e nella vita», i cui resti mortali riposano nella chiesa dell’Ospedale di Perugia; il giovane seminarista Morettini, la cui tomba è meta di un costante pellegrinaggio di fedeli, del quale è in fase di avvio il Processo informativo diocesano sulla vita, virtù e fama di santità. (115)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini