centrale enelPerugia, 12 novembre 2020 – Si è tenuto questa mattina, convocato dalla Presidente della Regione Umbria Donatella Tesei, un incontro sulla situazione del Sito produttivo di ENEL a Bastardo alla presenza del Vice Presidente Roberto Morroni e dell’Assessore allo Sviluppo Economico Michele Fioroni dei Sindaci di Gualdo Cattaneo Enrico Valentini e di Giano dell’Umbria Manuel Petruccioli e delle Organizzazioni Sindacali di categoria. La centrale a carbone di Bastardo – informa la nota diramata della Presidenza della Regione Umbria – è cessata dall’esercizio dal 1 gennaio 2020. A tutt’oggi nessuna prospettiva si è concretizzata rispetto alle questioni della reindustrializzazione del territorio e della situazione occupazionale del territorio. Temi questi di confronto con ENEL non più rinviabili visti gli esiti negativi del programma FUTURE-E, oltre alla necessità di assicurare un percorso certo, rispetto alla messa in sicurezza e attuazione di tutte le necessarie attività di bonifica del sito della centrale.

L’impegno della Regione, delle Istituzioni Locali e dei Sindacati – prosegue la nota – è quello di proseguire l’interlocuzione con i vertici di ENEL rispetto ai contenuti dell’incontro odierno e più complessivamente della presenza della società in Umbria anche con specifico riferimento alla Centrale di Pietrafitta. L’obiettivo sarà di rilanciare i processi di sviluppo sui temi della sostenibilità, delle tecnologie di frontiera richiedendo ad ENEL una presenza industriale importante su questi ambiti in Umbria Un atto dovuto – conclude la nota – verso quelle comunità che nel corso dei decenni hanno sui propri territori portato il peso di attività oggettivamente impattanti dal punto di vista ambientale   e che non possono essere abbandonate a sé stesse in una nuova fase in cui le tecnologie e la produzione di energia sostenibile possono trovare in Umbria un luogo di elezione. (195)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini