1Umbertide, 21 novembre 2020 – Nel corso di un servizio finalizzato alla verifica del rispetto della normativa COVID, i Carabinieri della Stazione di Umbertide hanno deferito in stato di libertà un 27enne, resosi responsabile di minaccia a Pubblico Ufficiale. Nel tardo pomeriggio di ieri, infatti, i militari della Stazione, quotidianamente impegnati oltre che nella vigilanza del territorio, anche nella verifica del rispetto delle prescrizioni previste dai recenti D.P.C.M., hanno proceduto al controllo del 26enne, già noto alle forze di polizia, di nazionalità albanese. L’uomo era stato notato senza la mascherina davanti ad uno dei bar frequentemente oggetto dei controlli della locale Arma, poiché più volte segnalato nei mesi scorsi per la presenza di numerose persone all’esterno. Sottoposto, quindi, alle procedure di rito finalizzate all’irrogazione della prevista sanzione amministrativa, durante le quali emergeva peraltro lo stato di evidente ubriachezza del controllato, il 27enne aggrediva verbalmente i Carabinieri minacciando che, piuttosto che pagare la multa, avrebbe pagato qualcuno per bruciare le abitazioni dei due Militari.

I Carabinieri, tuttavia, non si sono lasciati intimorire dalla grave minaccia proferita nei loro confronti, procedendo ad un approfondito controllo dell’uomo che, condotto negli Uffici della Stazione e al termine degli accertamenti del caso, è stato denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Perugia per l’ipotesi di reato di minaccia a Pubblico Ufficiale.

Contestualmente, il giovane è stato anche sanzionato amministrativamente per non aver utilizzato i previsti dispositivi di protezione delle vie respiratorie nonché per lo stato di ubriachezza in luogo pubblico. (130)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini