Featured Image

SPELLO, PIERLUIGI FUSO: NESSUNO PROFETA IN PATRIA

FUSOSpello, 7 gennaio 2020 – Un presepe assolutamente da vedere era quello dell’artista Pierluigi Fuso, in via Fontanello. Molte sono state le persone che hanno avuto la firtuna di vedere quest’ora, davvero eccezionale, perché si va alla riscoperta delle eredità lasciateci dalle generazioni passate. Si ripercorrono le memorie e tradizioni di un’epoca di vita agreste che, pur con le sue contraddizioni, regolava il modus vivendi della comunità e della società spellana: dai campi arati con l’aratro trainato dai bovi, alla ferratura delle mucche,dall’uccisione del maiale ai muretti a secco. Insomma, uno spaccato del trascorrere della vita di ogni giorno nel borgo, ma -nonostante due riconoscimenti, uno cartaceo e uno su targa- offerti dalla Pro Loco e dal Comune, il suo … Continua a leggere

Featured Image

TREVI, FRA I VICOLI C’E’ UN PRESEPE DI PROTESTA

1Trevi, 5 gennaio 2020 – Fra il dedalo dei vicoli di Trevi, in vecchi fondi e cantine, incastonate nell’architettura rurale del borgo si possono ammirare tanti presepi. Sono tutti belli e caratteristici, perché rappresentano un piccolo spaccato della Galilea e fanno parte delle tradizioni natalizie più consolidate. Noi siamo rimasti particolarmente colpiti da una natività singolare: Gesù bambino tenuto in braccio da san Francesco, sullo sfondo il convento di san Martino e nel cielo non fanno festa gli angeli, bensì i frati francescani. Gli stessi –simbolicamente- che se ne sono andati dopo sei secoli, lasciando il convento alle suore di clausura. Una scena della “Natività rivisitata”, senza bue e l’asinello, che riflettere, perché in questa icona inconsueta del presepe c’è … Continua a leggere

Featured Image

NEL SACRO TUGURIO IL PRESEPE DI RIVOTORTO D’ASSISI

2ASSISI, 1 GENNAIO 2020 – E’ un presepe che ricorda una storia vera e contribuisce a ricostruire un antico spaccato di ruralità contadina umbra. Il presepe francescano, allestito nella frazione Rivotorto, all’interno del Santuario del sacro tugurio, ha case, stalle, personaggi, animali e campagna fertile che insistono sulla bassa assisiate. Quasi un’antologia inedita che racconta il mondo agricolo ai tempi di san Francesco. Pensate che ci sono campi realmente coltivati a grano, dove il frumento cresce in fretta, ma anche spogli tralci dell’uva legati ai filari della vigna, che si sveglierà intorno a marzo per l’inizio di un nuovo ciclo. Tutto è in miniatura, anche cipressi e querce, strade sterrate e l’imponente maniero della Rocca di Assisi. Insomma, un piccolo … Continua a leggere

Featured Image

ASSISI, UN PRESEPE CON FRAMMENTI DELLA GUERRA DEL 1915-18

1Assisi, 25 dicembre 2019 – Non è un presepe di guerra, ma realizzato con pezzi di residuati bellici della grande guerra 1915-1918, che ha visto morire al fronte tanti mariti e fratelli. Frammenti di schegge, granate, bombe a mano, chiodi, un gratta ghiaccio e tanto altro che la guerra ha lasciato in giro nel suo orrido percorso di sangue, sono stati raccolti, puliti e assemblati a semplici di figure presepiali per ricostruire la natività. L’elaborazione, anzi sarebbe più esatto parlare di design, è opera di Manlio e Silvia Morassi. Sono di Cercivento (Udine), un comune del Friuli-Venezia di 700 anime. L’ambientazione ha richiesto molta manualità e inventiva. Ed è questo il particolare che rende il loro presepe davvero unico nel … Continua a leggere

Featured Image

I MIGLIORI AUGURI DA UMBRIA CRONACA E IL GIORNALE “ECO”

AUGURI 2019Perugia, 22 dicembre 2019 – E’ arrivato il momenbto di faesi gli AUGURI! Quando arriva il Natale tutti noi facciamo un bilancio delle cose belle che la vita ci ha regalato e sappiamo che il più bel regalo è la vostra amicizia, un regalo che va custodito per tutta la vita e voi, AMICI LETTORI,  siete il regalo migliore, il nostro albero di Natale che illumini il cuore di chi lavora in Redazione e preapara anche gli speciali cartaceo di ECO. A Gennaio 2010, vi faremo trovare un bel numero dul trekking. Lo stiamo preparando per poi consegnarvelo in omaggio. Si tratta di un altro numero da collezione. Adesso, lasciate che ilregalo di Natale sia il nostro AUGURIO per  le … Continua a leggere

Featured Image

NORCIA, L’INFINITA ATTESA PER LA RICOSTRUZIONE

1Norcia, 20 dicembre 2019 – Vi ricordate la “grande botta”? Era il 30 ottobre 2016, quando alle 7,40 la terra iniziò a tremare e Norcia fu destata di soprassalto con la città e numerosi borghi comuni in frantumi. Fortunatamente, nessun ferito, nonostante i crolli. A tre anni e tre mesi dal sisma, però, quelle ferite restano ancora aperte, nonostante le promesse e i buoni propositi (si fa per dire) di tutti i politici di ogni colore. Adesso questa attesa infinita per la ricostruzione rischia di cedere il passo allo spopolamento. Attesa “infinita”: il titolo lo abbiamo preso in prestito da una delle liriche di Giacomo Leopardi, “l’infinito”, che quest’anno compie 200 anni.

2Per il poeta di Recanati si tratta di … Continua a leggere

Featured Image

DOVE ALLATTARE A FOLIGNO.E’ NATO BABY PIT STOP

1Foligno, 14 dicembre 2019 – La poppata fuori casa. Mamme e bambini sono da oggi i benvenuti all’ostello della gioventù che ha sede a palazzo Pierantoni, dove si potranno allattare o cambiare i propri bambini gratuitamente. Si chiama baby pit-stop ed è una novità a sostegno alla genitorialità e della tutela dei diritti e della salute materno-infantile. Il giovane direttore dell’ostello, Francesco Serafini, spiega in conferenza stampa: «E’ un servizio aperto a tutti, ovviamente negli orari di apertura dell’ostello, dalle ore 8 alle 22 di sera. Chiunque può entrare e chiedere di usufruire di questo servizio. L’idea nasce nel nord Europa, dove sono più avanti di noi. Quando io frequentavo l’università in Olanda, mi aveva incuriosito questa rete di servizi … Continua a leggere

Featured Image

ASSISI, MATTARELLA RICEVE DAI FRATI LA LAMPADA DELLA PACE

1Assisi, 14 dicembre 2019 – Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto oggi dai frati del Sacro Convento di Assisi la Lampada della pace. Il dono nel corso di una cerimonia nella Basilica superiore di San Francesco. A consegnare il simbolo al Capo dello Stato – copia autentica di quella che arde perennemente davanti alla tomba del Santo- è stato il custode del Sacro Convento padre Mauro Gambetti. Era presente anche il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese. E i frati, attraverso il padre custode Mauro Gambetti, hanno lanciato oggi un grido di allarme sul Paese: “Siamo un popolo in crisi”, la “barbarie culturale sta debordando. Il recente rapporto annuale sulla situazione sociale dell’Italia ha evidenziato la crescente insicurezza, l’ansia e … Continua a leggere

Featured Image

TERREMOTO, QUALE SPERANZA DI RIPARTIRE?

dsc_2259Valnerina, 30 novembre 2019 – Rivediamo le foto che parlano del terremoto.Foto che non abbiamo mai pubblicato e che inseriamo oggi in questo reportage. Siamo ritornati in Valnerina, dove molti paesi di montagna, hanno cambiato volto dopo quel 30 ottobre 2016, quando alle 7.41 un boato sconquassò la Valnerina. Il terremoto ha ferito  molti borghi, paesi che sono rimasti senza respiro. La gente li ha abbandonati.  Nelle campagne incontro uomini anziani con le mani ruvide, pieni di saggezza e grande esperienza, abituati da sempre a lottare con la terra , tra rovesci e fortune. Uomini e donne con l’infinito amore per la natura, il giusto desiderio di vivere in salute, dentro il loro mondo rurale che non conosce internet o discoteche. Eppure, questi … Continua a leggere