Featured Image

LA PAURA ADESSO SI NUTRE DI SPERANZA

1Perugia, 3 aprile 2020 – C’è una fragilità comune, una difficoltà comune nella paura che viene da dentro, ma dopo i primi giorni difficili la paura sembra aver lasciato il passo alla speranza verso un porto sicuro. Forse il percorso è ancora lungo, siamo ancora tutti ai margini di questo angosciante passaggio del mostro, come dimostrano le immagini inconsuete di strade deserte, ospedali allo stremo e qualche volta anche strategie che non funzionino. Ci sentiamo come sdoppiati, abbozziamo qualche sorriso, ma il corpo trema, lo stomaco pare annodarsi, sentiamo vertigini e anche panico per il rischio di un contagio. Per vincere l’angoscia, il coronavirus non deve essere oggetto continuo di dialogo, altrimenti diventa un’ossessione da cui è difficile uscire. Certo, … Continua a leggere

Featured Image

L’INCANTO DEL PRESEPE VIVENTE DI BEVAGNA

3BEVAGNA – Anche a dicembre le Gaite di Bevagna, la parrocchia di san Michele e il Comune sono stati protagonisti di un imperdibile appuntamento: il presepe medioevale vivente. Nella cornice suggestiva della piazza, delle chiese e dei suoi angoli nascosti, la rappresentazione ha ricevuto il plauso di tanta gente, grazie alla felce ideazione e la consulenza scientifica  di Franco Cardini, Davide Baldi, Franco Franceschi e Ughetta Sorelli.

2Peccato che il grande evento dal titolo Stella Nova ‘n fra la Gente è durato solo due giorni: il 29 e 30 dicembre, perchè grazie ai testi di antichi ludi ,ai sermoni e alle sacre rappresentazioni umbre avrebbe richiamato a Bevagna ancora  tantissima gente.

1L’idea di immaginare che Gesù, anziché nascere a Betlemme ai … Continua a leggere

Featured Image

NORCIA, NATALE FRA GLI SFOLLATI

0NORCIA – Il Natale si avvicina a grandi passi. Per la gente terremotata d Norcia è il terzo Natale da sfollati. Ieri, la città era deserta e fredda, i pochi bar vuoti. “Aspettiamo i turisti –mi dice un commerciante- come accadeva una volta, quando la vita pulsava davvero e fuori porta non c’erano la Sae, le casette di emergenza”.

1Sulla piazza di san Benedetto, l’albero, alto più di tre metri, è stato allestito vicino alla Castellina e poco più avanti, vicino alla basilica di san Benedetto crollata, il presepe con pochi personaggi. Sono tutti a misura d’uomo. Lo hanno realizzato i residenti della frazione di Legogne.

2Un paesino che dista a circa 6 chilometri dal capoluogo e sorge a quota … Continua a leggere