ARRESTO 1:Perugia, 5 dicembre 2020 – Continua il doppio impegno degli uomini e delle donne della Polizia di Stato che nel periodo di emergenza pandemica sono chiamati, allo stesso tempo, a verificare il rispetto delle norme in materia di contenimento dell’emergenza epidemiologica ed a prevenire e reprimere la commissione di illeciti. Perveniva al 113 una richiesta di intervento che segnalava una situazione di assembramento nella zona del terminal di piazza Partigiani.
I poliziotti giunti sul posto non riscontravano alcuna situazione di assembramento ma verificavano la presenza di un cittadino gambiano, classe 1985, già noto alle Forze dell’Ordine per i suoi precedenti di polizia, il quale versava in una situazione di ubriachezza nel contempo importando i passanti. Visto il rifiuto di fornire le proprie generalità agli Agenti da parte del cittadino gambiano, i poliziotti avviavano le procedure di identificazione del suddetto cittadino straniero, mediante accompagnamento dello stesso con il veicolo di servizio in Questura.
Da quel momento il cittadino gambiano, iniziava a proferire pesanti minacce nei confronti degli Agenti, nel contempo opponendo strenua resistenza ed esercitando violenza, anche all’interno del veicolo di servizio e riguardo al mobilio presente all’interno degli Uffici della Questura.
Al termine delle attività di rito il cittadino gambiano veniva tratto in arresto e condotto presso il Carcere di Capanne a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

(105)

Share Button