1Giano dell’Umbria, 11 dicembre 2020 – L’amministrazione comunale di Giano dell’Umbria rende noto che 2i Rete Gas, concessionaria del servizio di distribuzione di gas naturale nel territorio comunale, ha previsto per l’anno 2021 l’estensione della rete a beneficio di 208 famiglie. La società, infatti, accogliendo le reiterate sollecitazioni avanzate sin dall’insediamento dell’amministrazione, realizzerà altri 10,36 km di reti per allacciare al servizio ampi tratti del territorio ad oggi scoperti. Nello specifico, il primo intervento riguarderà il tratto Fabbri-Bivio Moscatini, per una lunghezza di 3,38 km, mentre la seconda parte dei lavori vedrà l’estensione della rete da Bivio Moscatini fino a Morcicchia, passando per Moriano e Casa Maggi. Contestualmente l’azienda realizzerà anche un ampliamento della rete tra Casa Naticchia e Santo Stefano, volta a bypassare il tratto che costeggia una strada provinciale interessata da dissesto idrogeologico, al fine di avere un’infrastruttura alternativa in grado di servire il territorio in caso di guasti o danneggiamenti in quel tratto.

Grande soddisfazione è stata espressa dal sindaco, Manuel Petruccioli, che ringrazia “2i Rete Gas per aver accolto le nostre richieste e proceduto a inserire questi importanti interventi nella propria programmazione, così da offrire un servizio finalmente completo e moderno ad un’ampia parte del territorio finora sprovvista. Sono certo – continua Petruccioli – che questo investimento, oltre a migliorare la qualità della vita di chi vive e lavora a Giano, renderà anche il nostro territorio più appetibile per chiunque voglia investirvi, comprarvi casa, soggiornarvi nelle varie strutture ricettive o trascorrere più tempo nelle seconde case”. L’assessore ai lavori pubblici, Jacopo Barbarito, specifica come “i lavori partiranno nel primo trimestre dell’anno per concludersi, presumibilmente, entro la fine del 2021, garantendo così ora la possibilità di essere collegati alla rete di gas metano a circa il 90% dei nuclei familiari gianesi. Come nel recente caso di Fabbri, anche questo importante intervento, a costo zero per il Comune, costituisce uno delle opere più significative degli ultimi decenni”.

(86)

Share Button