1Deruta 15 dicembre 2020 – E’ stato firmato l’accordo tra Umbria TPL e Mobilità e il Comune di Deruta presa in comodato d’uso al comune stesso, dell’immobile denominato “Ex stazione Ferroviaria” di San Nicolò di Celle. Si tratta del progetto “Casa di Emergenza Abitativa” che prevede l’utilizzo di tale immobile per offrire una risposta concreta ed efficace ai soggetti deboli che si trovano a non avere unità abitative dove poter vivere. La “Casa Emergenza Abitativa” è una soluzione temporanea per favorire le famiglie in difficoltà con l’auspicio che, questa soluzione, diventi un trampolino per la ripartenza sociale e l’inclusione futura nel tessuto derutese. Umbria TPL concede l’utilizzo di queste case solo a soggetti pubblici e associazioni per la realizzazione a fini sociali e turistici.

“Il progetto si rivolge a persone in temporanea emergenza abitativa – hanno detto il Sindaco Michele Toniaccini e l’Assessore ai servizi sociali Maria Cristina Canuti – per cause diverse, per esempio uno sfratto esecutivo; solo rivolgendosi ai servizi sociali comunali si potrà accedere a questo servizio. Esiste, infatti, un’ampia fascia di popolazione in temporanea fragilità che non riesce ad accedere al mercato immobiliare a causa di un’offerta limitata di alloggi popolari o alloggi a canone “calmierato”. Alcuni nuclei familiari, pur lavorando, non riescono a far fronte alle richieste di garanzia (cauzione o trimestralità anticipata), parliamo donne con figli a carico, uomini padri di famiglia separati o divorziati, persone momentaneamente prive di reddito, immigrati, anziani con problematiche sociali che limitano l’autonomia nel gestire la propria abitazione. Il progetto “Casa di Emergenza Abitativa” vuole essere un’opportunità sociale che questa amministrazione mette a disposizione dei soggetti più fragili”.

Oggi Umbria TPL ha consegnato al comune le chiavi degli alloggi. L’utilizzo degli immobili è stato concesso per 20 anni e il comune di Deruta si impegnerà a renderli fruibili nei primi messi del 2021.

(75)

Share Button