Il consigliere comunale Ivano Ceccucci
Il consigliere comunale Ivano Ceccucci

In una nota il consigliere comunale Ivano Ceccucci, che ha l’incarico per le questioni legate alla protezione civile, ricorda il lavoro svolto nel 2020 dalla protezione civile comunale. “Stiamo giungendo alla conclusione di un anno che le nostre generazioni ricorderanno soprattutto per la grave emergenza sanitaria mondiale, dovuta alla diffusione del virus COVID-19, afferma nella nota. Nel prendere atto di tutte le attività messe in campo dall’Amministrazione comunale per fronteggiare l’emergenza sotto ogni aspetto, mi preme ricordare il grande sforzo operato da parte del servizio di protezione civile che si è avvalso dell’aiuto indispensabile delle Associazioni di volontariato facenti parte della Consulta comunale, di cui io stesso faccio parte. Non potendo elencare ogni singola attività  svolta per dare principalmente assistenza alla popolazione, riporto solo alcuni dati per far capire quanto sia indispensabile questo enorme supporto. Dall’inizio dell’emergenza fino ad oggi, sono stati effettuati servizi per 116 giorni, che hanno visto impegnati 908 volontari per oltre 7.000 ore lavorative, dirette dal servizio di protezione civile che ha svolto il proprio lavoro sempre in presenza. Sono state evase oltre 4.000 richieste di aiuto e collaborazione da parte dei cittadini, delle scuole e di altri Enti per dare assistenza alla popolazione; monitorare il territorio; sensibilizzare e informare la popolazione; consegna dei tablet per consentire le lezioni a distanza; il ritiro dei Dpi presso il centro regionale di protezione civile; attività  di supporto presso la stazione ferroviaria di Foligno e alle forze dell’ordine contro gli assembramenti della movida, attività  di supporto presso gli istituti scolastici per lo svolgimento degli esami di stato.

Queste sono solo alcune delle attività  fino ad oggi svolte dalla protezione civile a cui l’amministrazione Comunale, proprio riconoscendone l’importanza del supporto operativo ed ascoltando il mio invito a riconoscere economicamente la disponibilità  e lo sforzo profuso, ha implementato di 3.000 euro la somma destinata alle Associazioni che hanno operato a disposizione del servizio di protezione civile del Comune per fronteggiare l’emergenza epidemiologica. Mi preme ricordare anche il supporto dato dalla Consulta comunale delle Associazioni di volontariato alla manifestazione ciclistica Tirreno-Adriatica. In conclusione, guardando alle amministrazioni passate, dove si è poco investito nel servizio di protezione civile, vedo in questa Amministrazione un cambio di rotta che fa ben sperare in un progetto di crescita del sistema Protezione Civile, per il bene comune di tutti i cittadini e del territorio comunale”.

(70)

Share Button