ambulanzaPerugia, 30 dicembre 2020 – È fortissima la preoccupazione tra i lavoratori dell’Easp (Ente di assistenza e servizi alla persona) di Gualdo Tadino (Pg), residenza per anziani che arriva ad ospitare normalmente fino ad oltre 60 persone. “Ad oggi però – riferisce in una nota la Fp Cgil di Perugia – gli ospiti rimasti sono 21, a seguito di numerosi casi di positività al Covid che hanno causato anche due decessi”. L’infezione, che ha colpito così duramente gli anziani ricoverati, poi trasferiti in varie altre strutture (a Città di Castello, al Seppilli di Perugia e a Pantalla) non ha risparmiato il personale: “I positivi – continuano dalla Fp Cgil – sono attualmente 9 tra i lavoratori della cooperativa Asad e 3 tra i dipendenti diretti dell’ente. Il personale è quindi ridotto all’osso e i lavoratori rimasti in servizio stanno facendo turni massacranti”.
“La direzione dell’Easp convochi immediatamente un tavolo per la gestione dell’emergenza – conclude la Fp Cgil – con l’obiettivo di tutelare il personale, gli ospiti della struttura e prevenire ulteriori focolai che renderebbero la situazione davvero ingestibile”.

(148)

Share Button