Spoleto, 4 gennaio 2021 – Si è svolta il 15 Dicembre dello scorso anno la prima esperienza di Assemblea di Istituto in modalità a distanza organizzata dai neoeletti rappresentanti di Istituto del Sansi Leonardi Volta di Spoleto. L’emergenza Covid non avrebbe permesso la consueta modalità di incontro dal vivo degli oltre 900 studenti del polo liceale spoletino. Ma i ragazzi di “Idealista”, promossi a rappresentanti nelle recenti elezioni, non hanno di certo voluto rinunciare ad un momento di incontro e confronto fra giovani ritenuto fondamentale come quello della mensile Assemblea, convinti di poter superare le difficoltà, e di poterne addirittura migliorare feedback e risonanza.
L’incontro in piattaforma on line, condotto e moderato dagli organizzatori, ha dato vita ad un dibattito diviso in 3 momenti, ciascuno dei quali ha avuto come protagonisti diversi ospiti di levatura e fama internazionale, appartenenti al mondo della musica e del web. Si sono così alternati il batterista Marco Lanciotti, collaboratore di fenomeni musicali di ultima generazione come il rivoluzionario Achille Lauro o il vincitore di XFactor Marco Anastasio, il produttore indipendente Boss Doms; si sono poi susseguiti dj come Mattia Trani e DJ Ralf, infine Youtuber assai noti nei social come i componenti del duo “Arcade Boyz”.

Ciascuno degli ospiti ha presentato se stesso e la storia della propria carriera, fornendo al pubblico collegato l’opportunità e gli spunti per dibattere su tematiche che stanno particolarmente a cuore e al centro della vita dei giovani studenti contemporanei: la musica, il cyberbullismo, l’uso ed abuso di droghe, il disagio, il bisogno di accettazione e le difficoltà di comunicazione con le generazioni precedenti.
La vivacità dei toni, la complicità dei linguaggi, la pacata ma tipica irriverenza di alcuni passaggi, hanno non solo travolto in empatia gli studenti dell’Istituto ospite, ma attivato addirittura collegamenti e partecipazione aperta a pubblico esterno, producendo visualizzazioni dell’evento per un totale di circa 4500 spettatori.
Qualsiasi fosse il tema trattato nel succedersi dei momenti della Assemblea, è stato possibile tirare le somme ed individuare un unico e forte messaggio trasversale, che pareva gridato nelle domande e restituito forte e chiaro nelle risposte: “Vivete il sogno della vostra vita”. Non importa quanto la strada possa presentarsi in salita. Non importa quanta poca luce in alcuni momenti si possa vedere durante il tragitto. Passione, sacrificio e dedizione, messi al primo posto, rendono raggiungibile qualsiasi obiettivo.
Sembra davvero essere esploso il capitale di energia da sempre rappresentato dalle nuove generazioni di ogni epoca. Fervore ed energia che potevano sembrare sopiti, ad uno sguardo forse distratto che osservasse le dinamiche della generazione Z, ma che ad una più attenta analisi risultano invece ancora attivi e più che mai propositivi, con inaspettata capacità di non fermarsi di fronte ai limiti più impedienti, come quelli imposti dalla pandemia. Il Covid non ammorba la nostalgia di futuro e la panacea della voglia di sognare. I nostri giovani sembrano ben consapevoli del fatto che “Non sono i sogni non realizzati ma quelli non fatti a rendere futile e stupida una esistenza” (W. Veltroni, “L’isola e le rose”)

(4)

Share Button