Perugia, 15 gennaio 2021 – Ancora una volta l’articolata attività di indagine svolta dalla Polizia postale su segnalazione di un organismo di cooperazione internazionale, costantemente impegnato nell’attività di contrasto allo sfruttamento sessuale dei minori, ha condotto all’identificazione di un soggetto in possesso di ingente quantitativo di materiale pedopornografico.

La segnalazione é stata trasmessa dal compartimento di Perugia alla locale Procura della Repubblica che ha disposto i necessari approfondimenti investigativi finalizzati alla certa identificazione del responsabile e, all’esito, mirate attività di perquisizione. Le attività svolte, con la collaborazione della sezione di polizia giudiziaria– aliquota carabinieri hanno consentito, quindi, di trarre in arresto l’uomo di 53 anni residente nell’interland del capoluogo umbro per il reato di detenzione di materiale pedopornografico.

Le sofisticate tecniche di indagine utilizzate dalla polizia delle comunicazioni hanno consentito in sede di perquisizione di individuare decine di migliaia di file multimediali di natura pedopornografica. Tale ingente quantitativo di materiale illecito rinvenuto nei dispositivi informatici sequestrati, ha fatto spalancare per l’uomo le porte della locale casa circondariale.

 

(18)

Share Button