Perugia, 16 gennaio 2021 – “La trasformazione di Perugia 1416 in Associazione di promozione sociale rappresenta un importante passo avanti sia per l’ente stesso che per il progetto di rievocazione storica”. Così l’assessore alla Cultura del Comune di Perugia, Leonardo Varasano, soddisfatto, commenta l’esito dell’assemblea straordinaria dell’Associazione, che ha visto anche la riconferma del Consiglio Direttivo, guidato da Teresa Severini, prorogato al 30 settembre 2021 in modo da garantire la continuità nei lavori di preparazione avviati per la prossima edizione.

Il primo Direttivo della Associazione, fondata nel marzo 2016, aveva infatti una durata di 5 anni per garantirne avvio e consolidamento, e sarebbe scaduto a marzo 2021; i prossimi saranno di tre anni. Il passaggio formale da Associazione culturale in APS (Associazione di promozione sociale), avvenuto con un’Assemblea molto partecipata su piattaforma online, che ha approvato la modifica di Statuto alla presenza del notaio Filippo Brufani, evidenzia la priorità sociale e apre ancora di più l’opportunità di partecipazione ai vari bandi per il reperimento di contributi pubblici anche ministeriali, finalizzati a sostenere eventi anche a tale scopo.

“Seguirà la richiesta alla Regione di inserimento nell’elenco delle APS regionali – sottolinea Teresa Severini -. In ultimo, il livello nazionale, non appena lo permetterà la riforma del Terzo Settore. Anche in quest’ottica ritengo sia stato importante prorogare l’attuale Direttivo in modo che possa portare a termine questo snodo fondamentale e proseguire nell’interazione con altre APS del territorio. La sinergia che ci permette di guardare avanti anche in momenti di difficoltà diffusa e di tanta incertezza come quelli che stiamo vivendo. Inoltre, questo Direttivo ha già avviato i lavori per la prossima edizione di Perugia1416, che sia essa reale o virtuale. La manifestazione è prevista dal 4 al 6 giugno prossimi, sperando che ci sia restituito per allora il piacere di ritrovarci fisicamente insieme. Continueremo a lavorare dietro le quinte, con nuovi contenuti e, come abbiamo fatto lo scorso anno, sapremo adattarci alla situazione”.

(5)

Share Button