Monteleone di Spoleto 18 gennaio 2021 – “Dalla pandemia e dalla crisi che porta con sé, non se ne esce mai come prima, o se ne esce migliori o peggiori…”. Prendendo in prestito le parole di una settimana fa di Papa Francesco torniamo a Monteleone di Spoleto, paese ormai riconosciuto della resilienza e dell’arte, e sicuramente uscito migliore dalla crisi, presentandovi Antonia Perleonardi una ragazza residente nel piccolo paese montano che ha legato i suoi giorni di chiusura forzata, causa virus e causa neve, alla musica producendo un pezzo dal titolo “Mi gioco lo sguardo” ora visibile su youtube (https://www.youtube.com/watch?v=cuDHzld8Wd4).

“l’Amore, l’amore no non puoi condividerlo nello schermo di un PC” queste alcune delle parole della bella canzone, corredata da immagine risalenti ad un anno di chiusura. “Antonia ha 30 anni è nata e crescita tra i monti. A Monteleone di Spoleto tutti conoscono la musica – ha detto la sindaca Marisa Angelini – grazie alla banda cittadina, che è in vita dal 1800. Antonia è un membro della banda , che si chiama “Carlo Innocenzi” in onore di un nostro concittadino famoso, colui che ha scritto “se potessi avere mille lire al mese”, per questo legame profondo a Monteleone tutti conoscono la musica grazie alla banda. I talenti poi si fanno strada, come Antonia che ha continuato a studiare canto e musica è che nei momenti di chiusura e di impossibilità di incontri con i suoi coetanei , compone e studia e nelle difficoltà dell’isolamento tira fuori il meglio”.

(4)

Share Button