Perugia, 27 gennaio 2021 –  – Si è svolto con grande successo il primo appuntamento con il webinar ‘L’Angolo di Confimi Umbria’ durante il quale si è trattato il tema della finanza agevolata come strumento per la creazione di valore nelle Pmi. “La pandemia che stiamo attraversando da un anno a questa parte – ha sostenuto Nicola Angelini, presidente di Confimi Industria Umbria – ha messo a dura prova non solo l’economia mondiale ma anche i rapporti sociali. In questo contesto molto difficile noi vogliamo offrire qualcosa in più alle nostre imprese associate: il supporto per il proprio piano di investimenti, anche grazie alla finanza agevolata. Oggi più che mai un’associazione di categoria ha tra i suoi compiti quello di promuovere la cultura d’impresa poiché tanti, forse troppi imprenditori non sfruttano pienamente le opportunità che il mercato gli offre”.

“L’Umbria – ha affermato l’assessore regionale Michele Fioroni – presenta alcuni deficit strutturali che la rendono più esposta alle folate congiunturali. Occorre un nuovo indirizzo di politica economica volto a favorire l’adozione di strumenti che consentano di affrontare l’aspetto dimensionale. In questo ambito, particolarmente rilevanti sono gli strumenti di finanza innovativa che permettono di migliorare l’equilibrio finanziario delle imprese, di ridurre l’incidenza di indebitamento bancario e di soprattutto di favorire un maggiore intervento in equity, anche con forme di investimento di capitale paziente”.
“Questo webinar organizzato da Confimi Industria Umbria – ha commentato Michela Sciurpa, amministratore unico di Sviluppumbria – rappresenta un evento di fondamentale importanza in questo periodo e ci fornisce l’occasione per comunicare direttamente alle imprese quali sono le misure e gli strumenti con cui Sviluppumbria traduce operativamente gli input di politica regionale. La nostra Agenzia, in qualità di ente strumentale della Regione Umbria, sta rifocalizzando la propria mission sostenendo imprese e territori nelle traiettorie di innovazione, internazionalizzazione e attrazione degli investimenti.

I nostri uffici sono sempre a disposizione per fornire informazioni sulle misure disponibili e l’invito è di contattarci direttamente. Attualmente, in un’ottica di rilancio a medio termine, sono aperti per tutto il 2021 due bandi a sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese (bando voucher servizi consulenziali e bando fiere di rilievo internazionale) mentre in un’ottica di ristoro immediato sono stati pubblicati da poco due avvisi per erogare sostegni ai lavoratori autonomi dell’Umbria e per i settori dei convegni, delle fiere e del commercio all’ingrosso di alimenti e bevande, fortemente danneggiati dalla pandemia da Covid”.

“È interessante – ha affermato Carmelo Campagna, presidente di Gepafin – ogni iniziativa che consente di ‘disseminare’ cultura di impresa, specie in un momento dove l’impresa che affronta gli effetti del Covid si confronta con un sistema bancario che dal primo gennaio subisce gli effetti di importanti innovazioni normative (calendar provisioning e nuova definizione di default); coincidenze che determinano la tempesta perfetta. La conoscenza degli strumenti di supporto consente di mitigare i rischi nella gestione quotidiana e offre opportunità per affrontare le impegnative sfide prospettiche. Ben vengano pertanto le iniziative promosse da Confimi Industria Umbria che esaminano gli scenari da diversi punti di vista”.

Sono inoltre intervenuti Alberto Rocchi, referente del gruppo di lavoro finanza agevolata di Confimi Industria Umbria, Stefano Bardi, Obm Consulenza, Iacopo Olivi, direttore area imprese Umbria di Intesa San Paolo, Angelo Pellegrino, coordinatore Finanza d’impresa Toscana e Umbria di Intesa Sanpaolo, Simone Porciatti, TK CrediGo, Responsabile Consorzi di Garanzia e Collettiva Fidi. Ha aperto e chiuso i lavori Roberta Gaggioli, direttore di Confimi Industria Umbria.

(13)

Share Button