Spoleto, 7 febbraio 2021 – Illustrare le linee guida del ‘Libro bianco della sanità’ e le linee essenziali del redigendo Piano Sanitario Regionale (PSR). Sono stati questi gli argomenti al centro dell’incontro tra la Presidente della Regione Donatella Tesei, l’assessore alla sanità Luca Coletto (presente insieme al Direttore Regionale dott. Claudio Dario e ad alcuni suoi consulenti) ed i sindaci dei comuni umbri. Quella di venerdì scorso (collegato in videoconferenza anche il Sindaco Umberto de Augustinis) è stata una prima comunicazione per fare il punto su alcuni aspetti principali e questioni a cui la giunta regionale sta lavorando in vista del riassetto delle rete ospedaliera umbra. Tra i temi trattati innanzitutto quello relativo al numero dei presidi ospedalieri attualmente operativi nel territorio regionale che, come comunicato dal direttore generale della Usl Umbria 2 Massimo De Fino durante il Consiglio comunale del 4 gennaio scorso, sarebbe in contrasto con quanto stabilito dal Decreto ministeriale n° 70/2015 per quanto riguarda gli standard qualitativi, strutturali, tecnologici e quantitativi relativi all’assistenza ospedaliera.

Non solo. Nel corso dell’incontro, a cui ha partecipato anche la Senatrice Fiammetta Modena, è stato esaminato il tema dei punti nascita e la problematica relativa alla fuga dell’utenza verso altre regioni. L’obiettivo generale alla base del futuro PSR sarebbe quello di seguire il paziente sulla falsa riga di quanto già avviene per i servizi di cura per le persone diabetiche, mettendo in campo un monitoraggio specifico e ipotizzando al contempo una riduzione del numero dei distretti sanitari.

Presentato anche il cronoprogramma stabilito dalla Regione: entro il 15 febbraio è prevista l’approvazione del ‘Libro bianco della sanità’, mentre la presentazione della bozza del Piano Sanitario Regionale dovrebbe avvenire entro il prossimo mese di settembre. Per dicembre 2021 è invece in calendario la revisione definitiva dei distretti sanitari e la presentazione della nuova rete ospedaliera regionale.

Fermo restando la situazione di emergenza che da mesi continua a interessare l’ospedale di Spoleto, il personale addetto ed i livelli essenziali di assistenza della zona – ha dichiarato il Sindaco de Augustinis – ho apprezzato questo momento di comunicazione organizzato dalla Presidente Tesei. Prima di fare qualsiasi tipo di valutazione di merito aspettiamo ovviamente di ricevere la bozza del PSR, con l’intento di avviare subito dopo un percorso di confronto e di partecipazione con la città finalizzato alla definizione attualizzata delle nostre priorità per quanto riguarda i servizi sanitari della città di Spoleto”.

 

 

 

 

 

(5)

Share Button